TRIBUNALE, ULTIMO SPIRAGLIO DA INCONTRO CON MINISTRO

Pur dispiaciuto per non aver potuto condividere, come volevo, con i miei concittadini e con il territorio, la grande manifestazione odierna per la sopravvivenza del nostro Tribunale, rientro da Roma non vittorioso ma con un’ulteriore dose di ottimismo. La Regione Calabria si impegna a sostenere le spese annuali per il mantenimento del presidio rossanese ed il Ministro si è riservata di valutare bene se la proposta potrà essere sottoposta al vaglio del prossimo Consiglio dei Ministri. – E’ quanto dichiara e fa sapere il Sindaco Giuseppe ANTONIOTTI al termine dell’incontro, durato circa mezz’ora, e giudicato molto proficuo, avuto pomeriggio (alle ore 18), a Roma, con il Ministro CANCELLIERI, alla presenza del Governatore SCOPELLITI che questa tappa capitolina ha fortemente voluto e ottenuto. – Sono anzi tutto soddisfatto – esordisce ANTONIOTTI – di essere riuscito, per la prima volta dall’inizio di questa paradossale vicenda, a poter dialogare in termini politici e non tecnici con il Ministro. Non posso, inoltre, che ribadire la gratitudine mia personale, della comunità di Rossano e di tutta la Sibaritide al Presidente SCOPELLITI per il grande e concreto impegno messo in campo nella direzione da noi tutti auspicata di ottenere la revisione del decreto che sopprimerebbe, se non modificato, 150 anni di prestigiosa storia giudiziaria territoriale ed il futuro stesso del diritto alla giustizia per questa vasta, delicata ed importante area della provincia di Cosenza. Attraverso l’impegno del Governatore la Regione Calabria ha infatti manifestato al Ministro CANCELLIERI la proposta di fare fronte all’80% delle spese annuali per il mantenimento del presidio di Rossano, pari a circa 400.000 euro all’anno. Per le restanti spese – afferma il Sindaco – continuerebbe a provvedere il Comune di Rossano. Si tratta, oggettivamente, di uno spiraglio ancora aperto sul quale devo trasmettere ottimismo a quanti in queste ore stanno protestando sulla SS106 ed ai due professionisti in sciopero della fame da diversi giorni. – ANTONIOTTI ha avuto modo di argomentare al Ministro, in dettaglio, tutte le diverse motivazioni che certificano, per storia, efficienza, posizione geografica e presenza della criminalità, l’illogicità e l’ingiustizia della decisione di sopprimere il Tribunale di Rossano. In una Calabria già gravemente penalizzata ed ipotecata – ha scandito il Primo Cittadino alla CANCELLIERI – non toglieteci quanto abbiamo costruito e difeso in questi anni e che ha tutte le carte in regola per continuare a servire, più e meglio di prima, alle istituzioni, alle popolazioni locali ed alle esigenze di giustizia e sviluppo onesto di questa terra. – Il Guardasigilli ha fatto sapere al Sindaco che valuterà con attenzione la proposta avanzata dal Presidente SCOPELLITI prima della firma del decreto, fissata per il VENERDÌ 13 SETTEMBRE prossimo, dopo l’ulteriore incontro previsto con i rappresentanti parlamentari degli altri 6 tribunali da salvare, incluso Rossano, da fissare ad horas. (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying) NOTA STAMPA REGIONE CALABRIA Il Presidente della Regione Calabria Giuseppe SCOPELLITI e il sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti hanno incontrato questo pomeriggio a Roma, presso il Ministero di Giustizia, il Guardasigilli Prefetto Annamaria CANCELLIERI per discutere della chiusura del tribunale. Principale oggetto del confronto l’ipotesi di modifica del provvedimento adottato dal Ministro riguardo l’espletamento per i prossimi due anni di tutte le attività da parte del tribunale. E’ stato evidenziato al Guardasigilli che una terra come la Calabria ha bisogno di presidi di legalità, della presenza dello Stato e dell’attività costante della giustizia. In questa delicata realtà il Presidente SCOPELLITI e il Sindaco ANTONIOTTI hanno ribadito al Ministro CANCELLIERI la necessità di poter rivedere il provvedimento sottolineando la presenza di ben venti comuni che gravitano sulla struttura giudiziaria con bacino di utenza di oltre 130 mila abitanti oltre alle difficoltà ben note legate ai trasporti. Al termine del cordiale incontro il Presidente SCOPELLITI ha manifestato la disponibilità da parte della Regione a sostenere interamente i costi della gestione dello stesso tribunale di Rossano per garantirne la continuità nelle attività e per sollevare da qualsiasi onere il Ministero della Giustizia. La speranza è che dopo l’incontro con la delegazione dei parlamentari rappresentanti i tribunali attualmente in deroga per due anni per lo smaltimento dell’arretrato, così come da decreto del Ministro, si possa definire una strategia utile che in questo primo incontro è stata delineata. (Fonte: Montesanto S

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta