TERRAVECCHIA 100 anni di autonomia. Gli auguri di Aruzzese.

Al Sindaco di Terravecchia
Al Consiglio Comunale di Terravecchia
Ai Cittadini di Terravecchia

1921 – 2021
100 anni di autonomia

​Caro Sindaco, Cari consiglieri comunali, carissimi cittadini di Terravecchia in questo anno speciale per il popolo terravecchiese mi unisco a Voi tutti per festeggiare ed onorare il centenario della Vostra autonomia come Comune, quale ente locale che rappresenta la comunità, che cura gli interessi del suo popolo e promuove lo sviluppo del territorio.

​Il centenario, purtroppo, cade in questo momento particolare per tutta l’umanità, infatti la pandemia ha cambiato le nostre abitudini e il modo di vivere di ognuno di noi, facendoci allontanare fisicamente, sappiamo però che prima o poi tutto questo passerà e torneremo a riabbracciarci.

​A Terravecchia “paese dell’infinito”, sono legato da un sentimento sincero di amicizia ed affetto con tanti terravecchiesi, perché essendo stato pendolare all’epoca in cui frequentavo le scuole superiori a Cariati viaggiavamo sullo stesso autobus.

Da Terravecchia, prima, passavo quasi tutti i giorni, perché era l’unica strada percorribile che collegava il mio piccolo Borgo Scala Coeli, appunto a Terravecchia ed a Cariati.

​Ricordo con piacere quegli anni, anni spensierati e pieni di gioia di vivere.
​Crescendo ho frequentato sempre di più il vostro bellissimo paesello, le amicizie con tanti di voi si sono consolidate nell’arco del tempo, ed anche se non ci si vede spesso, per me il legame è restato intatto.

​Per raccontare tutte le avventure e gli aneddoti che ho vissuto con gli amici terravecchiesi non basterebbero 10 pagine, per questo non voglio dilungarmi più di tanto.

​Concludo, con l’augurare a tutti i cittadini di Terravecchia una vita piena di soddisfazione e di successi, spero di essere presente ai festeggiamenti del centenario che l’amministrazione comunale, sicuramente, sta organizzando e di abbracciarvi tutti.

Cordiali Saluti.

​Scala Coeli 15 maggio 2021
​​​​​​​Nicola Abruzzese

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta