Tavernise (M5S): “Avviato il confronto tra ANAS e Corigliano-Rossano per la SS106.

Avanti con l’elettrificazione della ferrovia jonica. Atteso il completamento della Sila-mare entro l’anno”

CORIGLIANO ROSSANO, 11 MAR. 2022 – Relativamente alla questione statale 106, l’Anas per il tratto tra Sibari e Corigliano-Rossano ha avviato il confronto con il Comune della terza città della Calabria. Si stanno valutando alcuni possibili aggiustamenti al progetto, così da poter finalmente partire con la realizzazione pratica di questo tratto. In generale si punta a completare la progettazione dell’intera 106 entro giugno e proseguire in fretta con i lavori dove i fondi sono già stanziati. Un quadro definitivo, con il cronoprogramma dell’intera statale, lo si avrà dopo l’approvazione del nuovo contratto di programma 2021-2025, che vede coinvolti il Ministero delle infrastrutture e Anas, inviato dalla Regione Calabria e illustrato, recentemente, dal direttore del Dipartimento Infrastrutture, ing. Moroni, in Commissione regionale ambiente e territorio. È tempo di mostrare con atti concreti e risorse adeguate che la statale 106 è una priorità da affrontare nell’interesse dei calabresi.

Per quanto attiene l’elettrificazione della linea ferroviaria jonica e la soppressione di passaggi a livello interessanti, nello specifico, Corigliano Rossano, così come Catanzaro Lido, Crotone e Reggio Calabria, si terrà a breve un incontro presso gli uffici regionali, per superare alcune specifiche criticità e visionare le soluzioni proposte da RFI. Anche qui è necessario velocizzare le procedure, perché gli stanziamenti ci sono e non sono più accettabili ritardi o ulteriori lungaggini.

Novità, anche, per la strada Longobucco-Macrocioli-Fossiata: la Regione, sollecitata dalla recente interrogazione, ne chiederà la provincializzazione, al fine di definire competenze e responsabilità, per la relativa gestione e manutenzione, ponendo così un argine al rischio per la pubblica incolumità.

Atteso per la fine del 2022, invece, il completamento della famosa Sila-mare, un’incompiuta attesa da più di trent’anni, opera che oggi vede i lavori conclusi per il 65%.

Sono queste alcune delle risultanze conseguite nell’incontro con l’ing. Moroni, direttore generale dipartimento infrastrutture della Regione Calabria, tenutosi giovedì 10 marzo.

Davide Tavernise Capogruppo M5S – Consiglio Regionale della Calabria

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta