Sul “Campo del Varco” e sull’ “impianto per il tiro al piattello”- Seconda lettera aperta

Al Presidente della provincia di CS Oliverio All’Assessore provinciale allo Sport e all’impiantistica sportiva Pietro Lecce All’assessore provinciale Assessore all’Urbanistica e Governo del territorio Leonardo Trento Al sindaco di Cariati F. Sero All’assessore ai lavori pubblici del comune di Cariati Leonardo Montesanto. Chiediamo pubblicamente che sia fatta FINALMENTE estrema chiarezza sullo stato delle opere pubbliche “Campo del Varco e Impianto sportivo tiro al piattello”, entrambe finanziate dalla provincia di Cosenza per un importo superiore a 1 milione di euro. Ricordiamo che in merito alla questione Campo del Varco abbiamo inviato una lettera aperta, pubblicata da tutti i giornali a tiratura regionale, indirizzata al Presidente della Provincia di Cosenza, Gerardo Mario Oliverio, all’ Assessore ” Sport e Impiantistica Sportiva”, Pietro Lecce e all’Ass. Trento che seguiva un botta e risposta tra noi e l’Amministrazione Comunale che non ha portato però a risposte esaurienti, tutt’altro. Ricordiamo, quindi, che questa opera doveva essere resa attiva già nel 2009, ecco il titolone con cui si apprestava a lanciare la fregatura ai cittadini:”Cariati/campo calcio varco, Ok collaudo- I giovani non dovranno più emigrare altrove per giocare, Venerdi 15 MAGGIO 2009.” Impianto per il tiro al piattello: Per quanto riguarda questa opera, anch’essa finanziata dalla provincia di Cs, vorremmo sapere a che punto è la realizzazione di una struttura della quale non si hanno più notizie dal lontano febbraio 2011, periodo in cui fu comunicato l’ arrivo di 500mila euro per questa opera ritenuta “indispensabile”. Queste due opere pubbliche fino ad oggi hanno solo rappresentato l’ennesimo esempio di mala gestione dei finanziamenti pubblici e dei soldi che i cittadini pagano attraverso le tasse: la prima si presenta agli occhi di tutti come l’ultima cattedrale del deserto, un cimitero sportivo affiancato da un palazzetto dello sport mai realizzato che non ha mai funzionato, un panorama davvero desolante; la seconda, l’impianto per il tiro al piattello non è stato nemmeno costruito, sono solo stati stanziati 500.000 mila euro ma del tiro al piattello nessuna ulteriore notizia. Vogliamo chiarezza su questa situazione, poichè la Calabria è famosa per questo tipo di spreco del denaro pubblico. Come movimento non intendiamo buttare la spugna e lasciare al tempo la possibilità di nascondere le responsabilità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta