SQUALO SPIAGGIATO, NON C’È DA ALLARMARSI.

Lesione da collusione alla branchia sinistra. È stato un trauma da pesca a causare la morte dello squalo capochiatto ritrovato spiaggiato lo scorso 1° giugno a Schiavonea, nei pressi del Lido Movida. L’assessore CHIURCO: no ad allarmismi. È un pesce comune per il nostro mare, che vive in profondità ed è assolutamente innocuo per l’uomo. Dalla base della coda alla punta del naso l’esemplare femmina di Hexanchus griseus, misurava 3 metri e 35 centimetri. Ai rilievi effettuati per il Centro Studi Cetacei da Elena MADEO e Patrizia RIMA, oltre all’assessore CHIURCO, hanno assistito anche gli agenti della Polizia municipale, il veterinario dell’Asp di Cosenza Francesco FRANCO e per l’ARPACAL Evelina PROVENZA. Sono stati prelevati alcuni organi per approfondire le analisi. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta