MALTEMPO,PREOCCUPAZIONE PER INVERNO

Maltempo, ci risiamo. La stagione invernale è alle porte e, come ogni anno ormai, sembra ci si debba soltanto preparare alla triste conta dei danni. La situazione in tanti comuni, soprattutto quelli interni come Campana, resta ad alto rischio dissesto idrogeologico. Il quadro allarmante e tragico che in queste ore ci viene descritto in Sardegna, così come in altre zone del Paese e della stessa Calabria, non può che sollecitare tutti, anzi tutto le istituzioni competenti e preposte, a non lasciare nulla di intentato in termini di assoluta prevenzione del rischio e informazione alle popolazioni. A sottolineare la propria preoccupazione, facendosi interprete di un diffuso e generale clima di allerta permanente, rispetto alle precipitazioni di questi giorni e dei prossimi mesi, è il Sindaco Pasquale MANFREDI per il quale l’attenzione della Protezione Civile regionale dovrà essere massima d’ora in avanti. Anche Campana, come il resto della Sila Greca e della costa ionica calabrese è stata colpita dai forti e violenti temporali delle scorse notti. Diverse le infiltrazioni d’acqua in casa disabitate che hanno però arrecato danni alle case adiacenti, abitate. Problemi si sono registrati anche rispetto alla viabilità soprattutto a causa degli smottamenti nelle strade interpoderali e detriti, soprattutto sulla strada provinciale 260. Al momento – aggiunge MANFREDI – possiamo ritenerci fortunati rispetto alla gravità dei danni che stiamo apprendendo altrove. E’, tuttavia, doveroso da parte nostra richiamare l’attenzione sulle effettiva capacità delle macchine comunali, provinciali e regionali di far fronte, prima durante e dopo, a disagi e danni come quelli ai stiamo purtroppo assistendo in queste in Sardegna. Una riflessione seria e senza peli sulla lingua sul livello reale di prevenzione e di interevento ex posto, nonché su cosa dobbiamo aspettarci in casi analoghi è – conclude – a mio avviso ormai inevitabile. -(Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta