Ritorno alla terra, contro l’abbandono territori rurali

PSR: Donnici bene il metodo di concertazione

Finalmente, attraverso il lavoro positivo di confronto e di ascolto dei territori finalizzato a costruire il nuovo PSR, l’agricoltura torna ad occupare un posto centrale nel dibattito e nelle politiche regionali. Si prende atto che la Calabria è a prevalenza rurale, colmandosi un gap e compiendosi un passo in avanti attraverso il metodo della concertazione con i territori. Bene, le linee di programma individuate. Si entra ora nella fase più importante: la messa in atto del Programma di Sviluppo Rurale. Non vanificare i risultati raggiunti; concentrarsi sulle grandi priorità cui destinare le risorse comunitarie 2014-2020.

È quanto ha dichiarato il Sindaco Angelo DONNICI intervenendo all’incontro promosso, nei giorni scorsi a Mandatoriccio, dalla Confederazione Italiana Agricoltori CIA. Il Primo Cittadino ha colto l’occasione per ringraziare il consigliere regionale Mauro D’ACRI, presente all’iniziativa, per il lavoro capillare svolto territorio per territorio, per promuovere la partecipazione del mondo agricolo al PSR.

Contrastare l’abbandono dei territori rurali ed il consumo di suolo; investire sull’agricoltura e sulle attività produttive – ha detto DONNICI rilanciando i dati resi noti dal presidente di Confagricoltura Calabria Alberto STATTI- è un obiettivo che può essere raggiunto solo attraverso quel necessario ritorno alla terra, strategico per lo sviluppo di questo territorio ed opportunità di occupazione per le nuove generazioni. Per fare questo è necessario, sin da subito, recuperare quel ritardo storico di programmazione che è anche culturale che, paradossalmente, si registra in una regione tra le più ricche di terra a caratterizzazione rurale, ma maggiormente soggetta ad abbandono.

Agricoltura e sviluppo rurale, sfide ed opportunità per la Calabria. È, questo, il tema sul quale si sono confrontati, oltre a DONNICI e D’ACRI, anche il vicesindaco e assessore all’agricoltura Filippo MAZZA, Federico MORTATI e Franco MAZZEI, rispettivamente presidente e responsabile Cia Calabria Nord, Francesco CUFARI presidente dell’ordine degli agronomi Cosenza ed i produttori del territorio.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta