RIFIUTI, SI PROCEDE CON MINI ISOLE ECOLOGICHE

Al momento la Regione non è in grado di assumere alcuna valida iniziativa per il superamento dell’emergenza rifiuti in atto e, così stando le cose, questa è destinata ad acuirsi. Si procede per il finanziamento e la realizzazione di un impianto territoriale di trasformazione dei RSU in CSS, che combinato con la raccolta differenziata porterebbe al superamento definitivo del sistema delle discariche – progetto nei confronti del quale lo stesso Assessore regionale ha manifestato interesse. Permane il problema immediato della rimozione dei cumuli di rifiuti dalle vie cittadine. In proposito, tenendo conto che al momento, in base all’ordinanza regionale vigente, il comune può conferire soltanto 50 tonnellate settimanali, anche in accoglimento di una proposta avanzata dal Laboratorio Civico, ci si sforzerà di procedere quartiere per quartiere e di allocare gradualmente postazioni di prossimità di RD, “mini isole ecologiche”, al fine di contenere gli effetti della mancata raccolta. A fare il punto della situazione, dopo il confronto avuto dai Sindaci del territorio con l’Assessore regionale all’Ambiente Pugliano, è stato il Primo Cittadino Filippo SERO, che ha inteso aggiornare il Laboratorio Civico, organismo di partecipazione attiva costituitosi nei giorni scorsi. All’incontro tenutosi lo scorso giovedì 13, erano presenti il Sindaco e l’assessore all’urbanistica, Peppino DONNICI, mentre per il Laboratorio Civico, era presente il Coordinatore, Aldo FORTINO, accompagnato da una numerosa delegazione di cittadini. Mini isole ecologiche. È già stata fissata una conferenza tra Amministrazione e impresa affidataria per la più rapida riorganizzazione del servizio. L’assetto definitivo del servizio di raccolta differenziata – chiarisce SERO – per come previsto nel bando per la gara d’appalto (al momento andata deserta), si baserà su una raccolta “porta a porta” che, partendo dal Centro storico e dai quartieri centrali dell’abitato della Marina, si estenderà gradualmente a tutto il territorio comunale. Nei prossimi giorni il sindaco assumerà, comunque, ulteriori provvedimenti finalizzati a contenere la crisi, quali un’ordinanza di divieto provvisorio e temporaneo di conferimento di rifiuti ingombranti e inviterà i cittadini, dotati degli spazi necessari, a sospendere momentaneamente e nei limiti del possibile il conferimento di rifiuti “secchi” quali multimateriale, plastica, carta e cartone, affinché possa immediatamente ridursi il volume dei rifiuti conferiti presso i cassonetti. Il confronto, sereno e franco, certamente utile – dichiara il Primo Cittadino – si è caratterizzato per la consapevolezza delle estreme difficoltà del momento; per l’impronta di un sano realismo ma, nel contempo, per la forte volontà di partecipare e di superare gli ostacoli. Con la coscienza che le “emergenze” da affrontare, oltre a quella più evidente dei rifiuti, sono tante e che per superare questo momento di crisi è necessario non solo il contributo di idee ma anche la partecipazione “operativa” dei cittadini di buona volontà, si è concordemente deciso la costituzione di commissioni specifiche su ciascuna delle tante problematiche che in questo momento affliggono la nostra cittadina. Nei prossimi giorni si lavorerà in tale direzione. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta