Perchè non inserire Cariati nel circuito delle escursioni dei croceristi?

Che nei porti di Crotone e Corigliano Calabro attraccano le navi da crociera é una realtà che va avanti con ottimi risultati da un po’ di tempo. La sosta delle navi passeggeri di importanti società, dedicate al settore, é un passo importante per diversificare il futuro del turismo della costa ionica. Diverse già le escursioni pianificate per i turisti sul territorio, accolte dalla dirigenza delle compagnie coinvolte. Perché non candidare Cariati, e il suo bel centro storico, all’agenzia portuale e turistica che offre servizi a terra ed organizza escursioni per tutte le più importanti compagnia da crociera nei porti suddetti? Parliamo di una distanza ragionevole e accettabile. Cariati potrebbe offrire ai crocieristi un offerta aggregata sia in termini di visita alle bellezze naturali e storico-architettoniche, che in termini di enogastronomia. Occorre proporsi ai manager delle compagnie da crociera che attraccano a Crotone e Corigliano Calabro, ovvero alle persone che decidono sul possibile ventaglio degli itinerari da offrire ai croceristi. Il coinvolgimento degli attori economici e turistici di Cariati é indispensabile per agire in modo unitario verso chi potrebbe verificare la proposta. In effetti, l’occasione rappresenta una grande opportunità per l’economia di Cariati e il suo rilancio turistico, puntando a un filone diverso e in crescita. Gli operatori turistici locali non si facciano sfuggire l’occasione, quanto meno provando a costruire una proposta convincente. Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta