PARTE LA RIVOLUZIONE ACQUA PUBBLICA

ORA PARTE LA RIVOLUZIONE ACQUA PUBBLICA IL PRIMO COMUNE AD USCIRE DAL SISTEMA SERVIZIO IDRICO PASSA ALL’AZIENDA SPECIALE SARACENA (CS), Giovedì 15 Aprile 2010 – “L’ACQUA NON SI VENDE – FUORI L’ACQUA DAL MERCATO, FUORI I PROFITTI DALL’ACQUA”. È, questo, in sintesi, lo slogan del forum italiano dei movimenti per l’acqua al quale aderirà l’Amministrazione Comunale. Per la Città del Moscato Passito, si tratta, senza mezzi termini, di una nuova rivoluzione, dopo l’avviata tracciabilità telematica dei rifiuti. SARACENA sta per diventare, infatti, il primo comune in Calabria, e tra i pochissimi in Italia, che si avvia ad abbandonare le attuali forme di gestione esterna del bene pubblico dell’acqua. Il servizio idrico cittadino come “bene pubblico senza rilevanza economica”. Mira a questa qualificazione, giuridica e di sostanza, l’Esecutivo guidato da Mario Albino GAGLIARDI. L’iter, in 4 passaggi, parte LUNEDÌ 19 APRILE (seconda convocazione, Ore 17.30), dalla discussione sull’argomento e sulla nuova sfida-opportunità, oggetto del nuovo Consiglio Comunale. Questi i due step precedenti: 1) dichiarazione dell’acqua come bene pubblico, con integrazione apposita nello Statuto; 2) adesione al Forum Italiano Movimenti per l’Acqua. – Passaggio finale: affidamento del servizio idrico cittadino all’Azienda Speciale Pluriservizi. Il FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA, costituito da centinaia di comitati territoriali che si oppongono alla privatizzazione, insieme a numerose realtà sociali e culturali ha deciso di promuovere 3 quesiti referendari, depositati presso la Corte di Cassazione di Roma mercoledì 31 marzo 2010. A partire dal sabato 24 aprile inizierà la raccolta delle firme. In tre mesi si arriverà almeno a quota 500.000 per poter richiedere i referendum. I tre quesiti vogliono abrogare la legge approvata dal governo nel Novembre 2009 e le norme approvate da altri governi in passato che andavano nella stessa direzione, quella di considerare l’acqua una merce e la sua gestione finalizzata a produrre profitti. – Questo l’ODG: Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti (punto 1); presa d’atto delle dimissioni del Consigliere Comunale Domenico ALFANO e surroga (2); istituzione del servizio idrico integrato (3); integrazione dello Statuto Comunale tramite la Dichiarazione del servizio pubblico locale privo di rilevanza economica (4); Affidamento gestione servizio idrico integrato all’Azienda Speciale Pluriservizi (5); Adesione al forum Movimento Acque pubbliche (6); deliberazione consiliare n.3 del 3 Marzo 2010: modifiche e integrazioni (7); Debiti pregressi e debiti fuori bilancio alla data dell’11 Giugno 2007 – Relazione del Sindaco (8); lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria strada provinciale 143 – Richiesta intervento (9); Approvazione Ordine del giorno proposto dalla Presidenza Consiglio dei Ministri (Anniversario terremoto Abbruzzo).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta