NOVELLAME SARDE, DIFFICILE DEROGA PESCA

NOVELLAME SARDE, DIFFICILE DEROGA PESCA FONTE: ANSA – 22 OTTOBRE 2010 (ANSA) – TORINO, 22 OTT – ”Sara’ molto difficile per l’Italia ottenere una deroga per la pesca dei bianchetti, il novellame delle sarde, perche’ negli ultimi anni questa specie e’ stata danneggiata dalla pesca ed e’ necessario preservarla”. Lo ha detto oggi a Torino Silvio Greco, presidente del Comitato Scientifico di Slow Fish dopo che ieri il ministro Galan aveva gia’ tolto ogni speranza ai pescatori e ai consumatori della specie concentrati soprattutto in Liguria e in Calabria. Greco ha pero’ invitato le autorita’ a distinguere tra i bianchetti, da preservare perche’ novellame, e i rossetti e i cicciarelli che invece sono pesci gia’ adulti benche’ di piccole dimensioni. Per queste ultime specie non esiste dunque al momento un allarme estinzione ha lasciato intendere il responsabile scientifico di Slow Fish. Piu’ grave la situazione dei bianchetti, che ha ricordato Greco, sono alla base della catena alimentare. La loro scomparsa lascerebbe uno spazio vuoto che in parte in questi anni e’ gia’ stato riempito dalle meduse, che sono in grande aumento nel Mar Ligure. Oltre a provocare problemi alla balneazione, le meduse, ha aggiunto Greco, si nutrono di uova e di larve di pesce incidendo negativamente sulla catena alimentare. ”Un intervento del ministero e’ comunque necessario – ha detto Greco – con un piano di ammortizzazione per integrare la perdita subita dai pescatori, ad esempio con corsi di formazione professionale, corso per la sicurezza o per l’uso di nuove apparecchiature. Perche’ deve essere chiaro che c’e’ sempre un costo sociale per la salvaguardia delle biodiversita”’. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta