NESSUNA TELEFONATA INTERCORSA COL PONTE

CARIATI (Cs) Venerdì, 16 Novembre 2012 – Nessuna dichiarazione è stata rilasciata da Rocco AGAZIO a Leonardo RIZZO in merito al presunto, anzi del tutto inventato cambio di segretario nell’API cariatese. Prima le bufale, poi la falsità più acuta. Il Ponte, e chi vi sta dietro, continua a confermarsi un covo di disinformazione grave, irresponsabile ed oltre ogni limite di decenza democratica. A smentire quanto falsamente diffuso dal Ponte, all’indomani della replica sulla inventata notizia della segreteria passata in capo a Rocco AGAZIO, è l’attuale segretario del partito Alleanza per l’Italia Vincenzo FILARETI, che si dice stupito da questi comportamenti che di professionale e corretto hanno davvero molto poco. Si confonde la comunità senza nessun motivo e soprattutto senza nessun fondamento. FILARETI, del resto, si fa interprete di quanto emerso e condiviso, sull’ennesima smentita al PONTE, da tutta l’assemblea del partito riunitasi nei giorni scorsi. Purtroppo Leonardo RIZZO, noto anche per esser stato uno dei più brillanti, produttivi ed austeri amministratori cariatesi, ormai non sa più dove appigliarsi o cosa inventarsi. Ormai lo vedono e riconoscono tutti, dentro e fuori Cariati: si è oltrepassata la soglia del ridicolo e della pazienza. La popolazione è stanca di assistere a questa continua campagna di odio fondata sulla menzogna, l’offesa ed il dileggio. ALTRO CHE “GIOVANI MERCENARI”! Nell’API militano uomini e donne che si sforzano di offrire, ogni giorno, un contributo attivo e responsabile al dibattito democratico ed alla crescita della comunità, senza mai inseguire la via dell’odio e della strumentalizzazione a tutti i costi, magari ammantata da strillata ansia moralizzatrice o, addirittura, da falsa passione libertaria, così come invece fa chi da anni ha piegato, nella nostra cittadina, il diritto di cronaca e la libertà di informazione al soddisfacimento o meno di interessi personali. Del resto, in tanti non si spiegano altrimenti la strana coincidenza tra l’avvio della dichiarata campagna di Leonardo RIZZO contro l’allora e l’attuale Esecutivo guidato da Filippo SERO, che rappresentò l’ennesima e documentata inversione di marcia o di bandiera del direttore de Il Ponte, con il non accoglimento, da parte dell’Amministrazione Comunale, di una ghiotta proposta commerciale avanzata proprio da RIZZO per la gestione dell’ufficio stampa e della comunicazione istituzionale. Tutto ciò è noto ed è pure documentato. Chissà cosa avrebbe detto e scritto RIZZO ed il Ponte nell’ipotesi inversa!? E si ha anche il coraggio e la faccia tosta di chiamare “mercenari” quanti esigono, soltanto, un diritto di rettifica e smentita rispetto alle balle e falsità diffuse, sistematicamente, a danno di tutti. Della stessa immagine di Cariati.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta