MISURA CAUTELARE DI RESTRIZIONE DELLA LIBERTA’ PERSONALE PER IL REATO DI STALKING

Nei giorni scorsi, il personale della Polizia di Stato ha eseguito una misura cautelare personale nei confronti di M.V. di anni 71 per il reato di “stalking”. Detta misura segue quella già emessa, per motivi analoghi, sempre nei confronti del medesimo, resosi responsabile di reiterati atteggiamenti persecutori e vessatori nei confronti del titolare di un’agenzia di assicurazioni sita in Rossano (CS), consistente in un’ordinanza restrittiva della libertà personale, con espresso divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, e l’obbligo di mantenere da questa una distanza non inferiore ai 500 metri. Tale misura, irrogata al M.V. in data 3 febbraio 2015, gli veniva revocata in data 25 febbraio u.s. Tuttavia lo stesso, decorsi appena 5 giorni dalla revoca del provvedimento, ricominciava a molestare la vittima, con le medesime modalità e condotte poste in essere in precedenza. La misura cautelare ripristina le medesime prescrizioni già imposte al M.V., rinnovando il divieto per quest’ultimo di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, con l’obbligo di mantenere da questa una distanza non inferiore ai 500 metri.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta