LETTERA APERTA ALL’ASSESSORE PUGLIANO

Egregio Assessore con delega all’ambiente, la cosa più semplice sarebbe chiederLe: ”Lei costruirebbe una bella discarica nel suo comune natale Roccabernarda (kr)? La risposta più scontata che potrei aspettarmi sarebbe “NO”, nel caso Lei rispondesse “Si, ma non abbiamo tempo di realizzarla mentre quelle di Scala Coeli e Celico sono già pronte”, le diciamo che sia a Scala Coeli che a Celico e in tanti altri territori incontaminati ove sono stati realizzati questi ecomostri i cittadini di questi territori si offrirebbero volontari per realizzare nel minor tempo possibile la sua bella discarica! Provocazioni a parte ,Assessore crediamo e siamo estremamente convinti che non si risolve in questo modo il problema! In ogni parte del mondo il dipendente che non realizza gli obiettivi indicategli e assegnategli dal proprio datore di lavoro viene licenziato e se ne assume un nuovo. Lei , ha fallito, non solo non ha risolto l’emergenza rifiuti ma ha peggiorata la situazione scavando delle buche o pensando di usare quelle a suo dire pronte . La Sua è una visione di breve periodo non risolutiva e non strutturale che rimanderebbe il problema di qualche mese contaminando definitivamente dei territori ancora incontaminati. Visto che siamo noi cittadini il Suo datore di lavoro ma tecnicamente non possiamo licenziarla e le elezioni, strumento che ci darebbe la possibilità di farlo è troppo distante, se nel Suo vocabolario le parole etica, morale e deontologia professionale sono ancora presenti e hanno ancora un significato, per evitare lo scempio Le chiediamo di DIMETTERSI. Scala Coeli 19/02/2014 Comitato antidiscarica Scala Coeli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta