“La strada è l’unica salvezza”: i Comuni la vera forza del rilancio del Paese.

Il rilancio del Paese riparte dalle aree urbane e da quel senso e spirito di comunità che si è un po’ perso

La crisi pandemica, che torna con forza a diffondersi nel Paese, ha costretto il Governo Draghi a rinviare la tornata delle elezioni amministrative, che era annunciata tra maggio e giugno prossimo. Tutto è rimandato, quindi, quasi sicuramente a ottobre.

Nel frattempo il neo Governo si accinge a pianificare le azioni del Piano di rilancio. Un documento importante che definirà il futuro del Paese. Bene ha fatto Gianfranco Viesti a sottolineare, nella sua riflessione sulle colonne de Il Mattino, che “circa i due terzi della spesa del Piano di Rilancio dovrà essere effettuata dai Comuni”.

Amministrazioni che in questo preciso momento non sono in grado di affrontare ciò che comporta tale significativa responsabilità. Gli investimenti previsti sono di grande impatto e specialmente in molte amministrazioni comunali del Sud, manca il personale per poter seguire una così importante programmazione della spesa.

Purtroppo bisogna fare i conti con il fatto che negli ultimi anni le amministrazioni comunali si sono svuotate di personale. I dipendenti si sono ridotti di più di un quinto e non c’è stato alcun ricambio generazionale. Al Sud la riduzione dei dipendenti della pubblica amministrazione è stata del 28%, superiore a quella registrata al Nord Italia.

A rifletterci bene bisogna fare qualcosa. Altrimenti ci troveremo con un problema serio da affrontare e con i tempi ristretti per pianificate e rendicontare gli interventi. C’è poco da girare attorno. Il rilancio del Paese riparte dalle aree urbane e da quel senso e spirito di comunità che si è un po’ perso. Ecco perché le amministrazioni comunali vanno sostenute e popolate di una classe politica di amministratori che sappia bene cosa significa fare l’interesse generale.

Esattamente la missione e il ruolo delle amministrazioni comunali sará fondamentale nei prossimi anni. Esse avranno in mano le partite strategiche sulle quali si giocherà il futuro del Paese. È dunque strategico trovare le migliori soluzioni, affinché le amministrazioni comunali siano in grado di garantire una corretta implementazione delle progettualità selezionate e di monitorarne gli sviluppi, consentendo nel tempo eventuali aggiustamenti.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta