La notte di silenzio

Calò in fretta l'irriconoscibile silenzio

Silenzio

Calò in fretta l’irriconoscibile silenzio. Quello sconosciuto. Immobile. Pesava come un enorme macigno. Si tagliava a fette. Ne sentivo il peso addosso.

Mi ero affidato. Non avevo paura. Non lo temevo. Mi feci cullare. Ebbi coraggio.

Che strana emozione. Mai provata prima di allora.

Restai sul divano a vegliare. Mi chiedeste in coro che restassi lí. Insolita richiesta.

Che ghiotta occasione. Un regalo inaspettato da non farmi sfuggire. Non seppi resistere.

Nulla mi teneva compagnia. Solo.

Viaggiai con la mente, inseguendo i pensieri. Vicini o lontani. Veri o fantasiosi. Non importava.

Un unico credo. Pronto a sospingere i vostri sogni, perché magicamente si realizzassero. In un modo d’amore e dolcezza. Scacciando il male.

Mi prenderà la nostalgia. Un domani. Un album originale da tenere a cuore. nc

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta