LA MAGGIORANZA NON E’ PIU’ IN GRADO DI TENERE IL CONSIGLIO COMUNALE NEANCHE IN SECONDA CONVOCAZIONE

E’ SEMPRE PIU’ NECESSARIA UNA “ALTERNATIVA” POLITICO-AMMINISTRATIVA. L’assise Civica cariatese che si doveva tenere oggi pomeriggio, non ha avuto luogo per carenza del numero legale. Ancora una volta la maggioranza ha dimostrato la propria irresponsabilità, la propria fragilità politico – amministrativa e di non avere i numeri in Consiglio Comunale neanche in seconda convocazione, nella quale è richiesto un quorum di consiglieri più esiguo. Si evidenzia, ancora una volta, l’arroganza nei comportamenti istituzonali dell’Amministrazione Comunale che, in maniera come al solito inopportuna, antidemocratica, avversa alla legge, allo statuto ed ai regolamenti comunali ha, addirittura, tentato una inversione dei punti all’ordine del giorno, mortificando l’intero consiglio comunale. Ciò, al solo fine di non fare discutere tutte le inportanti e vitali argomentazioni poste all’attenzione dell’assemblea cittadina cariatese da parte dei quattro consiglieri di opposizione (passerelle a mare per i disabili – la problematica della carenza dei servizi essenziali comunali come: l’acqua, l’illuminazione, il cimitero, le strade, ecc..). Ritengo che, in vista delle prossime elezioni amministrative di primavera, sia sempre più indispensabile avviare un serio, costruttivo, partecipato contenitore civico, capace di interpretare un nuovo modo di intendere ed espletare la politica e l’amministrazione comunale. E’ necessaria una “ALTERNATIVA” futura squadra amministrativa che non si configuri solo come l’alternanza all’attuale fallimentare classe politica che, negli ultimi anni, ha DIS-AMMINISTRATO Cariati.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta