LA GUARDIA COSTIERA SOCCORRE UNA DONNA IN PERICOLO DI VITA PER PRINCIPIO DI ANNEGAMENTO

Erano circa le 18:00 di ieri quando i carabinieri di Catanzaro, tramite il numero per le emergenze in mare 1530, hanno allertato la sala operativa della Capitaneria di porto di Crotone per segnalare la presenza di una giovane donna con principio di annegamento nelle acque antistanti il lido Cabana di Caminia nel comune di Stalettì (CZ). Immediatamente, è partita la macchina dei soccorsi con l’impiego in mare del battello pneumatico GC 278 di stanza all’Ufficio Circondariale marittimo di Soverato e diverse pattuglie a terra. Nel frattempo, il personale della sala operativa ha provveduto a contattare il SUEM 118, intervenuto con propri mezzi, per coordinare le attività a terra. La donna, inizialmente tratta in salvo da famigliari presenti in zona, è stata trasportata in una vicina caletta circondata da scogli. Purtroppo, proprio la presenza degli scogli ha limitato l’intervento del personale medico che si è visto impossibilitato a muovere la donna con la barella. Si è reso necessario, infatti, trasbordare la bagnante sul gommone della Guardia Costiera per l’immediato trasporto della stessa nella vicina spiaggia dove, dopo i primi controlli di rito, i medici hanno deciso per l’immediato trasferimento in ospedale. Più tardi, si apprendeva da fonti del 118 che la donna, vista l’urgenza del caso, era stata trasportata in elicottero presso il presidio ospedaliero di Germaneto (CZ). Un ulteriore ritardo, infatti, sarebbe costato la vita alla donna. Ancora una volta, l’immediata segnalazione e la celerità dell’intervento dei mezzi di soccorso hanno consentito di trarre in salvo una persona in pericolo di vita. La Guardia Costiera ci tiene a ribadire che in mare, per le situazioni che pregiudicano la sicurezza delle persone, risulta indispensabile poter allertare la catena dei soccorsi, nel più breve tempo possibile e con tutti i mezzi di comunicazione disponibili. Via telefono attraverso il numero blu 1530, gratuito su tutto il territorio nazionale, e via radio attraverso la frequenza VHF/FM sul canale 16 per le chiamate di emergenza e soccorso.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta