IMU, CASA IN COMODATO A FIGLI EQUIPARATA A 1°CASA

CAMPANA (Cs), Martedì 10 dicembre 2013 – Riconosciuti debiti fuori bilancio per circa 20 mila euro. Imu, confermate le tariffe. Con qualche novità: l’equiparazione, alla prima casa, anche di quelle abitazioni concesse dai genitori ai figli in comodato d’uso gratuito. Disciplinata la tassa di occupazione del suolo pubblico (TOSAP). Ok, infine, al programma triennale delle opere pubbliche. Rosario GERMINARA è il nuovo assessore all’agricoltura. È quanto fa sapere il Sindaco Pasquale MANFREDI che si dice soddisfatto, a nome della Giunta, dell’impegno costante e dei risultati nel portare avanti il mandato amministrativo, nonostante le innumerevoli ed oggettive difficoltà derivanti da tagli e decurtazioni su scala nazionale. L’assise consiliare, riunitasi ieri (lunedì 9), si è espressa positivamente disciplinando la materia sulle pubblicità e pubbliche affissioni e quella cimiteriale; sul programma triennale delle opere pubbliche e sulla modifica dell’IMU; sulla determinazione delle tariffe della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e su quella idrica, sul Bilancio di previsione 2013 e bilancio pluriennale 2013- 2015 e, sugli impianti fotovoltaici. In materia di IMU, sono state confermate le tariffe dello scorso anno: 2×1000 per la prima casa (anche se quest’anno non si paga) e, per la seconda è rimasta l’aliquota base di 7,60. La vera novità – tiene a precisare il Sindaco del Paese dell’Elefante – è l’equiparazione alla prima casa di quelle abitazioni che i genitori concedono ai figli. Non in tutti i comuni è stata approvata la stessa opportunità. Il Consiglio ha quindi deciso di applicare la Tarsu e non la Tares. Quest’ultima infatti – precisa MANFREDI – avrebbe significato almeno 5 volte l’aumento della tariffa attuale. Ma, soprattutto un salasso per le famiglie numerose e le attività commerciali. Chi consuma più acqua paga di più. Si ispira a questo principio, sacrosanto, la sola novità introdotta per le tariffe idriche. L’obiettivo è evitare un uso distorto del consumo d’acqua. Non sono state introdotte nuove tasse. A Campana l’Irpef comunale, non si paga. Programma triennale opere pubbliche: è prevista la bonifica della discarica in località Pietra Grossa di 700 mila euro circa. Sono attesi – ne ha dato informazione MANFREDI – 150 mila euro per i PIAR per infrastrutture della misura 125. Il Primo Cittadino ha poi ribadito, nell’ambito del programma, l’impegno dell’Esecutivo per il recupero delle torri del campanile del Centro Storico e la richiesta di 900 mila euro per riqualificare le strade interpoderali con il bando “Seimila Campanili” al quale anche il Paese dell’Elefante ha partecipato. Per quanto riguarda, infine, gli impianti fotovoltaici, l’assise ha approvato la concessione del diritto di superficie alla Società FOTOLVOTAICA del Gruppo ROMEO. I lavori previsti sono stati già realizzati. E – ha chiosato MANFREDI – da questo intervento di energia alternativa entreranno nelle casse comunali, oltre 1 milione euro di euro in 20 anni – (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta