Il Sindaco incontra il Popolo dei Vacanzieri

C’era una volta Cariati dove i turisti che la frequentavano nel periodo estivo erano per lo più poco considerati.
L’atteggiamento prevalente che emergeva era piuttosto respingente o meglio poco accogliente, nonostante nel corso del tempo, a partire dagli inizi degli anni ottanta, il numero delle presenze turistiche é andato crescendo, grazie soprattutto ai proprietari di seconde case.
Il neo Sindaco Filomena Greco, incontrando i turisti lo scorso 19 agosto, ha voluto invertire la tendenza. Mai a memoria si era registrato un momento simile tra villeggianti e Primo cittadino cariatese.
Nutrita, attenta e partecipata la presenza delle persone di ogni età. L’incontro ha suscitato particolare curiosità richiamando gente da ogni parte del litorale. Numerosi e variegati gli interventi che hanno sottolineato le già note e annose criticità che interessano da lungo tempo il perimetro cittadino.
L’avv.Greco ha esposto idee e progetti futuri che dovranno riguardare il Paese. Non si é sottratta minimamente alle generose osservazioni e riflessioni che sono emerse dalla platea che ha voluto manifestare per l’occasione il suo forte sentimento d’attaccamento alla cittadina.
Il Primo cittadino ha approfittato, nel corso del sue repliche, per invitare i turisti a mostrare un sempre più accorto senso civico, finalizzato a offrire la massima collaborazione nella risoluzione delle ataviche problematiche.
Inoltre, ha dato risposte rassicuranti e convincenti specialmente sui temi quali l’avvio della raccolta differenziata, viabilità, sicurezza urbana e decoro urbano. Nelle sue conclusioni ha tenuto a sottolineare di non poter promettere interventi macro a breve/medio periodo. L’intento, invece, é di pianificare una programmazione di azioni e iniziative da distribuire sulla durata del quinquennio del mandato.
Il Sindaco e la gran parte degli Assessori presenti hanno dato appuntamento al prossimo anno fiduciosi di riuscire ad avviare alcune delle azioni indicate, altresì, migliorando e qualificando l’accoglienza dei tanti turisti che si auspicano sempre più numerosi.
Non ci resta, quindi, che vivere il sogno di una Cariati nuova e sempre più protesa all’integrazione con la vasta comunità di turisti.
Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta