Il miracolo del Crotone che resta in serie A

Quella scritta dal FC Crotone nel campionato di calcio di serie A è di sicuro un’affascinante e imprevedibile impresa sportiva

Quella scritta dal FC Crotone nel campionato di calcio di serie A, appena terminato la scorsa domenica, è di sicuro un’affascinante e imprevedibile impresa sportiva, al punto da rientrare di sicuro nella storia dello sport più popolare del nostro Paese.

Tifoso del Napoli, ma vicino per passione e sentimento alla regione dello stivale d’Italia, ho sempre manifestato nel corso del torneo di massima serie di quest’anno un’enorme simpatia per la squadra rosso blu, che nell’aprile del 2016 ha conquistato per la prima volta la storica promozione in serie A.

Al contrario del tecnico Davide Nicola, che ha sempre creduto nel progetto nonostante la distanza che ha separato la compagine crotonese dalla quart’ultima, già molto prima della metà del campionato, ho sempre nutrito parecchi dubbi sulla permanenza in A.

Con la massima sincerità credo che l’artefice del traguardo sia stato il tecnico Davide Nicola che ha trasmesso ai suoi calciatori quella convinzione e sicurezza che li hanno spinti verso un incredibile traguardo, superando ogni più negativo pronostico.

Ha trasferito a essi una forte carica sportiva ed emozionale. Convinto che c’erano tutte le condizioni per farcela senza mai nutrire alcuna incertezza.

In questa rincorsa verso la salvezza il FC Crotone ha scritto, quindi, una significativa pagina dello sport italiano. Un esempio di valori e di gesta semplici che hanno accompagnato con dignità e forti ideali l’undici rosso blu sul rettangolo di gioco.

Il pubblico, che ha sostenuto magicamente allo stadio Ezio Scida, ha fatto poi la differenza come dodicesimo calciatore. E adesso bisognerebbe capire quale futuro si consegna al FC Crotone nel prossimo campionato. Ci sono tutte le condizioni, affinché la squadra degli “squali” possa navigare in zone più tranquille di classifica.

Lo merita la città di Crotone e l’intera Calabria. Aggiungiamo, dunque, che un passo importante è stato compiuto, ma l’appetito viene mangiando e tutti sogniamo un più sereno e meritatissimo futuro per il FC Crotone, rappresentando altresì un bel riscatto per l’intera area.

Perché non far trainare lo sviluppo economico e sociale della città di Crotone dal miracolo sportivo? A volte importanti risultati di crescita di un territorio si raggiungono anche invertendo i fattori.

Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta