IL DIACONO DON GIUSEPPE CERSOSIMO A CRISTO RE

IL DIACONO DON GIUSEPPE CERSOSIMO A CRISTO RE CARIATI – “Spero di essere per voi un buon collaboratore e di non venire meno alla fiducia che riponete in me”. Con queste semplici parole rivolte ai fedeli e pronunciate con emozione al termine della Santa Messa di mercoledì scorso, 19 ottobre, don Giuseppe Cersosimo ha iniziato ufficialmente il ministero di diacono nella parrocchia Cristo Re. C’era molta attesa nella comunità per il suo arrivo poiché coadiuverà nella pastorale il parroco don Mosè Cariati, che avrà il compito di accompagnarlo fino al giorno della sua ordinazione presbiterale. Nel corso della concelebrazione eucaristica, a cui ha preso parte anche padre Raffaele Benini, che guiderà la parrocchia nella prossima settimana, in quanto don Mosè è impegnato per gli esercizi spirituali in Belgio, il parroco di Cristo Re ha presentato al neo diacono la comunità cariatese “povera materialmente, ma ricca di gente generosa e piena di Dio”, formulando gli auguri per l’inizio di un ministero tendente sempre più alla santità nella quotidianità. “Ringrazio l’Arcivescovo – ha affermato ancora don Mosè – per questo grande dono e per l’attenzione mostrata verso la comunità di Cristo Re; don Giuseppe collaborerà con me nel ministero dell’altare, nel settore della catechesi e nel servizio della carità e sarà impegnato attivamente nella pastorale”. Il diacono è stato accompagnato a Cristo Re dai suoi parenti e dai genitori, che si sono intrattenuti con la comunità anche dopo la funzione, nei locali dell’oratorio, dove era stata preparata un’abbondante àgape fraterna. Ordinato diacono il 7 ottobre scorso dall’arcivescovo di Rossano – Cariati, mons. Santo Marcianò, nella parrocchia Maria Madre della Chiesa di Rossano, la città dove è nato 38 anni fa, ha intrapreso gli studi teologici in età matura al San Pio X di Catanzaro, completandoli poi presso il seminario campano di Posillipo. Sarà ordinato sacerdote a Rossano il 21 giugno prossimo.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta