Il consigliere Cosentino: condizioni idriche da “Terzo Mondo”

LA SITUAZIONE IDRICA NEL COMUNE DI CARIATI, OLTRE AI TANTI DANNI E DISSERVIZI, STA METTENDO A SERIO RISCHIO LE CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE DELL’INTERA CITTADINA, L’INCOLUMITA’ FISICA E LA PAZIENZA DEI CARIATESI. L’ACQUA CHE SGORGA A “SINGHIOZZO” DAI RUBINETTI DEI CITTADINI CARIATESI È ANCHE DI PESSIMA QUALITÀ. L’IMMOBILISMO E L’INCAPACITA’ DELLA AMMINISTRAZIONE COMUNALE CARIATESE, LA SUA CARENZA DI PROGRAMMAZIONE, DI INDIRIZZO POLITICO-AMMINISTRATIVO E DI RISULTATI RAGGIUNTI, HANNO GRAVEMENTE DANNEGGIATO NON SOLO L’IMMAGINE CITTADINA, IL SUO SVILUPPO NEL TEMPO, LE CASSE DEL COMUNE MA POTREBBERO ESSERE CAUSA DI UN CONCRETO PERICOLO PER LA SALUTE DI TUTTI I CARIATESI. – Dichiarazione Stampa – Più volte ed in più occasioni, nel corso di questi anni, insieme ai miei colleghi Consiglieri Comunali di Opposizione, mi sono preoccupato di sensibilizzare l’Amministrazione Comunale cariatese sulla grave e pericolosa questione dell’Acqua nel nostro Comune ma, purtroppo, senza mai avere riscontri e risposte esaustive, tempestive, efficaci e risolutive sulla problematica. Nel nostro Comune, per colpa di questa gestione comunale si è costretti a subire condizioni idriche da “Terzo Mondo”, sintomatiche della situazione di totale degrado, incapacità, di latitanza ed indifferenza verso le tante, reali ed irrisolte problematiche che affliggono Cariati e che caratterizzano questa sindacatura. Dopo numerose proposte, interrogazioni, lettere aperte, convocazioni di Consigli Comunali, sopralluoghi negli uffici comunali, come gruppi di Opposizione Consiliare, lo scorso mese di Febbraio, insieme a molte altre problematiche di fondamentale importanza per il nostro Comune, abbiamo portato all’ordine del giorno della locale Assise Civica la problematica della “Gestione ed Erogazione dei Servizi Comunali” ed in particolare quella riguardante il “Servizio Idrico comunale”. Da quest’ultimo Consiglio Comunale è anche scaturita la delibera n. 15 del 12 Febbraio 2015. Con grande rammarico e con molta “rabbia”, anche in seguito a molte sollecitazioni e segnalazioni di cittadini, devo constatare che la SITUAZIONE IDRICA di Cariati e quella più complessiva di tutti i servizi essenziali comunali, non è affatto migliorata ma, anzi, è addirittura peggiorata. L’acqua che fluisce dai rubinetti è di pessima qualità, sta cagionando fastidiosissimi disservizi alla popolazione e, peraltro, misteriosamente continua a sgorgare a “singhiozzo” nelle abitazioni dei cariatesi. Nonostante ciò, essa viene fatta pagare ai cittadini al costo di acqua potabile quando, invece, così non è!!! Si inorridisce se si pensa alle TARIFFE IDRICHE, eccessivamente aumentate in questi anni rispetto al passato. Da tempo, inspiegabilmente, la penuria idrica caratterizza la nostra cittadina, non solo nella stagione estiva, quando la popolazione aumenta vertiginosamente ma, anche e soprattutto, durante il corso dell’anno, quando la popolazione locale è ridotta ai minimi termini. Il tutto, senza che i cittadini vengano preventivamente e tempestivamente avvisati. Nella erogazione dell’acqua comunale, sicuramente c’è un qualcosa che non va, che non si riesce e/o che non si vuole risolvere!!!! La cosa più grave, però, è che la scarsa acqua che circola nella condotta idrica cittadina risulta essere di pessima qualità, perché molte volte si presenta di colore scuro, maleodorante ed anche con la presenza di corpi estranei. L’incapacità e l’immobilismo della Amministrazione Comunale sulla problematica, da fin troppo tempo sta mettendo a serio rischio la salute dei cariatesi, la situazione igienico-sanitaria all’interno del paese e la pazienza dei cittadini. Si smetta di giocare irresponsabilmente sulla “pelle” e con “le tasche” dei cariatesi e dei dimoranti nel nostro Comune!!! Il Sindaco, la Giunta e l’intera Maggioranza Comunale, nell’interesse di tutti i cariatesi, si attivino immediatamente per attuare un serio, efficiente ed efficace “Autocontrollo Idrico Comunale”, una mappatura delle condotte ed una più frequente ed incisiva pulizia dei serbatoi idrici comunali, perché fino ad oggi su tutto ciò si è stati carenti e perché la SITUAZIONE IDRICA DI CARIATI NON È PIÙ TOLLERABILE. Cariati, 15 MARZO 2015 IL CAPOGRUPPO CONSILIARE E CONSILIERE COMUNALE Dott. Francesco Cosentino

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta