Il capogruppo consiliare dell’UDC rivolge al sindaco interrogazione sul servizio di N.U.

La cittadina di Cariati è letteralmente sommersa di rifiuti e l’intera comunità è particolarmente postrata, per non dire completamente in ginocchio. Rifiuti dappertutto : lungo tutte le strade cittadine, gli edifici scolastici ne sono circondati da ogni parte, il pattume deturpa ed oltraggia persino i luoghi religiosi, l’intera area cimiteriale offuscata da ogni specie d’immondizia, il lungomare Cristoforo Colombo deturpato da numerosi cumuli di rifiuti, per non parlare, poi, delle estreme periferie, dove il clima è desolatamente invivibile. I ratti, gli insetti e persino le vipere “ passeggiano “ indisturbati. Moltissima gente non sa più a quale santo votarsi; non si esagera affatto affermando che si teme che il tutto possa degenerare in un grave pericolo igienico-sanitario. Ciò che maggiormente lascia sbigottiti i cittadini è l’assoluto silenzio delle diverse autorità competenti, di fronte ad oltre quattrocento tonnellate di pattume, questa la stima attuale che diversi tecnici hanno valutato, che potrebbero generare, soprattutto in vista dell’imminente stagione estiva, un serio, grave e micidiale rischio per l’igiene e la salute pubblica. Ad aggravare la particolare situazione ci pensano anche irresponsabili ignoti vandali che nottetempo, con estrema legerezza, danno fuoco non solo ai cassonetti ma anche a tutto il pattume sparso dovunque, che, purtroppo, sprigiona la diossina, pericolosissima per la salute pubblica. Gli interventi dei vigili del fuoco di Cirò Marina, sia di giorno che di notte, non si contano più. Sulla problematica, anche se indirettamente, è intervenuto il capogruppo consiliare dell’UDC, che in data 24 aprile u.s. ha presentato al protocollo del comune un’interrogazione scritta. Rivolgendosi direttamente al sindaco, all’assessore al bilancio,al presidente del Consiglio,al dirigente dell’Area tecnica, al revisore dei Conti ed inviata per conoscenza al Prefetto, il consigliere di minoranza Francesco Cosentino chiede loro di conoscere, in base a quale provvedimento è stato affidato il servizio di raccolta dei rifiuti urbani alla nuova ditta, il costo dell’affidamento e l’eventuale cauzione prestata dalla ditta affidataria. Francesco Cosentino, chiede, inoltre, di essere ragguagliato sull’ammontare dell’eventuale credito vantato dalla ditta Marchese, già affidataria del servizio della raccolta dei rifiuti urbani e dimissionaria per morosità dell’Ente- “ La conoscenza di quanto richiesto, conclude l’interrogazione di Francesco Cosentino, è di fondamentale e vitale importanza per la vita del Comune di Cariati, oltre che essenziale ed imprescindibile per il corretto assolvimento del ruolo di consigliere comunale che intendiamo onorare con alto senso di responsabilità”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta