I CONSIGLIERI COMUNALI notizia, da parte del Revisore dei conti e del Responsabile finanziario del Comune

Alla Procura Generale della Corte dei Conti Della Regione Calabria Via F. Crispi, 19 88100 CATANZARO Alla Corte dei Conti Sez. Regionale di Controllo Catanzaro Al Sig. Prefetto di Cosenza Al Comando della Guardia di Finanza Rossano CAL. Oggetto: – Bilancio Preventivo 2012 e Bilancio Pluriennale 2012-2013-2014: controlli di cui all’art. 243 T.U. 267/2000 per enti locali strutturalmente deficitari. I sottoscritti Consiglieri Comunali Francesco Cosentino, Tommaso Critelli, Mario Sero e Filomena Greco, nell’esercizio delle loro funzioni e per le ragioni del proprio mandato; CONSIDERATO Che con la delibera consiliare n. 39 del 26 maggio 2012, è stato approvato il rendiconto dell’esercizio 2011, e, contestualmente, si è preso atto che il Comune di Cariati versa nelle condizioni di ente strutturalmente deficitario in quanto sette parametri su dieci risultano deficitari; che lo stesso Revisore dei conti, al paragrafo “Parametri di riscontro della situazione di deficitarietà strutturale “ , nella relazione allegata al rendiconto 2011, afferma testualmente: “Dai dati della tabella dei parametri di deficitarietà strutturale allegata al rendiconto emerge che almeno la metà presenta valori deficitari e pertanto l’ente è da considerarsi strutturalmente deficitario e soggetto ai controlli di cui all’art. 243 del Tuel” ; che lo stesso Consiglio Comunale, nella richiamata delibera CC n. 39/2012, al punto 5° formalmente attesta : “di dare atto che l’ente risulta strutturalmente deficitario così come riportato nella tabella dei parametri allegata alla presente deliberazione per farne parte integrante e sostanziale”; che ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 242 del TUEL 267/2000 il Comune di Cariati è da considerare ente strutturalmente deficitario, in quanto presenta “gravi ed incontrovertibili condizioni di squilibrio, rilevabili da una apposita tabella, da allegare al certificato sul rendiconto della gestione, contenente parametri obiettivi dei quali almeno la metà presentano valori deficitari”; che gli enti locali strutturalmente deficitari, come individuati ai sensi dell’art. 242, sono soggetti ai controlli centrali da parte dell’apposita Commissione ministeriale, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 243 del TUEL 267/2000; che i controlli di cui sopra sono preliminari e propedeutici alla redazione del bilancio di previsione, in quanto eventuali misure correttive, dettate dalla Commissione ministeriale, devono trovare allocazione e copertura nello stesso bilancio di previsione; c h i e d o n o di avere notizia, con apposita relazione scritta da parte del Sig. Revisore dei conti e del Responsabile finanziario del Comune, circa l’avvenuto controllo ministeriale di cui all’art. 243 del T.U.E.L. 267/2000, e dell’esito scaturito da detti controlli. Trattandosi di argomento preliminare all’esame del bilancio di previsione 2012, chiedono anche di avere copia della documentazione inoltrata alla competente Commissione ministeriale sempre in ordine ai controlli di che trattasi, e del riscontro ottenuto nel merito. Si raccomanda la massima urgenza nel rilascio della richiesta documentazione. Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale, si chiede di inserire l’argomento di cui alla presente nota quale punto all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. I CONSIGLIERI COMUNALI Francesco COSENTINO Tommaso CRITELLI Mario SERO Filomena GRECO

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta