I cittadini di Santa Maria, ormai stufi del disagio rifiuti, formano un comitato e scrivono alla Procura della Repubblica.

Gli abitanti di via Santa Maria di Cariati, si sono rivolti alla procura della Repubblica di Castrovillari, per il grosso problema dei rifiuti sparsi e abbandonati a ridosso delle loro abitazioni. Dopo tantissimi vani tentativi, sia scritti che orali, rivolti agli amministratori comunali e all’Ufficio Tecnico, preposto alla dislocazione equa e logica dei cassonetti, per la raccolta dei rifiuti, i cittadini di via Santa Maria, sono stati costretti, loro malgrado, a rivolgersi alla magistratura con un esposto denuncia, nel quale hanno citato, oltre al sindaco Filippo Sero, in qualità di Ufficiale Sanitario di Governo, anche agli assessori comunali all’ambiente e alla tutela della salute. Nell’esposto-denuncia sono stati citati, a vario titolo, anche il funzionario responsabile dell’area tecnica del comune geom. Antonio dell’Anno; il responsabile dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza; il responsabile del Distretto Sanitario di Cariati e l’impresa De Ri.Co appaltatrice del servizio di raccolta della nettezza urbana. Il problema dei rifiuti e degli ingombranti solidi (materassi, mobili, poltrone, divani, reti, materiale di risulta di lavori edili e cartoni), sparsi anche su via Santa Maria, si è incancrenito. Quest’arteria litoranea che porta a due grosse strutture turistiche, molto affollate e a degli agriturismi, ha acquisito le sembianze di una discarica pubblica, forse tollerata dagli uffici preposti a far rispettare il decoro urbano, perché in alcuni punti, questi cumuli rendono la circolazione pedonale e automobilistica problematica e difficoltosa. E’ vergognoso e umiliante assistere a quest’abbandono. Quest’emergenza, oltre a determinare un grave rischio per l’igiene e la salute pubblica, con la diffusione nell’ambiente, di odori nauseabondi, d’insetti di ogni specie e di ogni pericolosità, comporta un forte degrado ambientale e un serio disagio e pericolo per gli abitanti. Lo sconforto e la rabbia prevalgono sulla ragione, per cui cresce il disappunto e monta la protesta tra gli abitanti, perché si sta creando proprio un’emergenza igienico – sanitaria e, sicuramente, sono incalcolabili i danni che si stanno cagionando alla salute di questi cittadini, i quali si sono rivolti al magistrato, visto, anche, il disinteresse, degli uffici preposti, alla prevenzione e al controllo del territorio. Comitato antidiscarica su Via Santa Maria di Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta