Gli uomini della Capitaneria di porto di Corigliano Calabro hanno sequestrato area, lunga oltre 2 chilometri

Gli uomini della Capitaneria di porto di Corigliano Calabro hanno sequestrato nei giorni scorsi circa due chilometri del torrente Missionante. Durante i controlli all’area sono stati trovati rifiuti speciali, pericolosi e solidi urbani, tra cui lastre di eternit, carcasse di elettrodomestici e vecchi pneumatici. Il ritrovamento dei rifiuti, in parte ingombranti, e la situazione di degrado del torrente sono stati segnalati alla Procura di Castrovillari, che ha avviato un’inchiesta.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta