GIORNATA COMUNICAZIONI SOCIALI

GIORNATA COMUNICAZIONI SOCIALI Si celebra domani, domenica 16 maggio, la 44a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. “Il sacerdote e la pastorale nel mondo digitale: i nuovi media al servizio della Parola”. E’ questo il tema scelto dal Papa sul quale rifletteranno le comunità ecclesiali. Anche nelle parrocchie della nostra diocesi, quindi, l’attenzione verterà sulla interessante quanto attuale tematica, utilizzando il sussidio apposito fatto pervenire direttamente ai sacerdoti dalla Cei. Mercoledì scorso, nell’ambito del corso di formazione per Animatori della Cultura e della Comunicazione Sociale, promosso in diocesi con la collaborazione del servizio nazionale per il Progetto Culturale, presso “l’Opera Madre de Rosis” a Rossano, sempre riguardo al mondo digitale, si è tenuta una lezione sul tema: “Educare al tempo dei media digitali: cellulare, facebook e dintorni”, con l’autorevole intervendo di uno dei maggiori studiosi della materia, il prof. Piercesare Rivoltella dell’Università Cattolica di Milano. L’appuntamento ha mantenuto viva l’eco del recente convegno nazionale della Chiesa italiana titolato “Testimoni Digitali”, svoltosi a Roma dal 22 al 24 aprile, alla cui ultima sessione di lavori, quella che prevedeva l’udienza col Pontefice, hanno preso parte i nostri 50 corsisti. E saranno proprio questi ultimi, nelle rispettive parrocchie, ad animare la Giornata delle Comunicazioni Sociali di domani, diffondendo, tra l’altro, il Messaggio che il Papa indirizza ogni anno a tutte le comunità del mondo. Tornando al corso che si sta tenendo in diocesi, ecco quanto ribadisce mons. Francesco Milito, referente diocesano del Progetto Culturale nonché Vicario episcopale per la cultura: “non è altro che un itinerario specialistico finalizzato a far scoprire, suscitare, incoraggiare chi avverte l’impegno nel mondo della cultura e della comunicazione come una vera e propria vocazione nella Chiesa”. VICINANZA A BENEDETTO XVI Sempre per domani, la Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali ha indetto una giornata di vicinanza al Santo Padre Benedetto XVI, per esprimergli, in forma concreta, l’affetto e la gratitudine per quanto sta facendo per la Chiesa Universale ed inoltre solidarietà per i noti attacchi ignobili alla Sua Persona. L’iniziativa consiste nel raduno in Piazza San Pietro per il Regina Coeli, ma è previsto che tutta la Chiesa Italiana sia in sintonia ed in preghiera con l’evento di Roma. Il Padre Arcivescovo, Mons. Santo Marcianò, ha accolto la proposta, nella nostra diocesi, facendo sue le altre indicazioni della Consulta: sostenere l’iniziativa e parteciparvi a mezzo di memorie nelle celebrazioni eucaristiche, adorazioni, intenzioni nelle preghiere dei fedeli, manifesti e quant’altro si possa ritenere opportuno. Non ultimo l’installazione in alcune parrocchie di schermi per partecipare comunitariamente all’Angelus. Qualche rappresentante di gruppi, movimenti e associazioni della diocesi sarà comunque presente a Roma. Tali indicazioni sono state rese note alle parrocchie con una nota a firma del Vicario per i laici, don Pino Straface, e del segretario generale della Consulta diocesana delle aggregazioni laicali, avv. Igino Romano.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta