FONDI PER RIQUALIFICAZIONE CENTRO STORICO

Cittadella medievale fortificata sullo Jonio, scriviamo tutti a bellezza@governo.it. Obiettivo: inserire la cinta muraria, unica nel suo genere, con le sue suggestive 8 torri che si affacciano sullo jonio, e che fanno di Cariati un’autentica terrazza sul mare, nell’elenco dei beni culturali ai quali destinare finanziamenti per il recupero, la riqualificazione e la rivitalizzazione dei centri storici. C’è tempo fino a MARTEDÌ 31 MAGGIO.

 

È, questo, l’appello che Alfonso COSENTINO, candidato a Sindaco del Progetto Democratico LA SCELTA, rivolge ad amici e sostenitori, a tutti i cariatesi, residenti ed emigrati nel mondo e, soprattutto, agli altri candidati a Sindaco.

 

Dalla riqualificazione di Porta Pia, che apre sul corso principale di via XX Settembre, passando dalle torri Seminario e Valle, fino al Pilè, dove un tempo c’era un ponte levatoio, unica via di accesso al centro abitato, e proseguendo ancora verso le torri Spinelli, del  Travaglio, della Grotta, di S. Croce e quella delle Spezieria. Il Ministero per i Beni Culturali  – dichiara COSENTINO – offre un’opportunità che la comunità dei cariatesi, ma anche degli estimatori del borgo, cinto dalle mura alzate tra il IX e X secolo, unico per la sua posizione, e per la sua conservazione, non può lasciarsi sfuggire. L’invito ad aderire alla campagna, rivolto anche agli altri candidati Sindaco, è ad scrivere e ad invitare altri a farlo, affinchè anche Cariati venga segnalata tra le emergenze su cui investire.

Per recuperare i luoghi culturali dimenticati il Governo RENZI mette a disposizione 150 MILIONI DI EURO. Fino al 31 MAGGIO tutti i cittadini potranno segnalare all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare. È sufficiente scrivere qual è il luogo, in che provincia e regione si trova e perché si segnala.

Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse. Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta