Un solo sentimento. Fare bene nell’interesse comune.

Cariati potrà rappresentare un importante laboratorio per gli altri Comuni del territorio

Il prossimo Sindaco di Cariati non deve spaventarsi del tanto e articolato lavoro che avrà davanti, sin dal primo istante che varcherà il Palazzo di Città. Quindi, passione, dedizione, capacità e spirito di sacrificio sono le qualità che non gli dovranno mai mancare. Inoltre, ha l’obbligo di farsi accompagnare da una squadra di amministratori coesa, che deve avere dalla sua principalmente un sentimento. Fare bene nell’interesse comune.
La nuova Amministrazione comunale deve necessariamente tracciare nel breve periodo la “timeline”che disegnerà il percorso per arrivare alla definizione del Piano strategico comunale, un importante atto di indirizzo che deve vedere coinvolta l’intera comunità. Quella abitualmente residente e chi frequenta molto spesso Cariati.
Va fatto un lavoro, graduale e in tempi certi, di comporre i vari tasselli del puzzle che sveleranno l’identitá di Cariati e del suo futuro, delineando gli scenari e gli obiettivi di sviluppo e di crescita della comunità.
Tutto questo nasce dal bisogno di condividere la nuova visione del Paese. Ciò va elaborato attraverso un lavoro collettivo approfondito che deve vedere coinvolta tutta la comunità, chiamata a partecipare attivamente a pensare l’identità futura della Paese.
Occorre parlarsi, scriversi, ascoltarsi e costruire tra chi ha la responsabilità politica e coloro che subiscono le decisioni, cioè i cittadini. In questa prospettiva il primo step verso la definizione del Piano strategico sarà la campagna di ascolto, un dialogo collettivo, che metterà al centro le specificità dei diversi mondi vitali per cogliere i cambiamenti in corso e per condividere alcuni punti di miglioramento della vita quotidiana e della qualità urbana, partendo da alcune questioni cruciali che attraversano Cariati e che possono aiutare a precisare le diverse vocazioni del territorio che in fondo non sono tantissime.
La campagna d’ascolto sarà utile ad approfondire alcuni elementi specifici e caratterizzanti la società e allo stesso tempo non sarebbe male allestire una piattaforma web per per permettere a tutti, anche quelli che sono lontani, di partecipare e rendere evidenti e condivisi i diversi passaggi e i vari contenuti che emergeranno nel percorso.
Cariati, altresì, potrà rappresentare un importante laboratorio per gli altri Comuni del territorio, tentando anche di mettere a fattore comune qualche proficua sinergia con gli altri Paesi limitrofi.
Nicola Campoli
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta