Due arresti per tentata rapina, lesioni e resistenza a pp.uu.

Nel corso della nottata di oggi 28 febbraio 2014 i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto due cittadini polacchi T.R.A. 26/enne pregiudicato e M.D. 25/enne incensurato, ritenuti responsabili di concorso in tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso della notta odierna i due arrestati tentavano di asportare dall’esterno del noto “Bar Le Monde” delle sedie in vimini e per portare a termine l’azione criminosa aggredivano il proprietario del locale. L’immediato intervento dei militari permetteva di bloccare i due autori, che opponevano resistenza ai militari. L’immediato intervento ha permesso di assicurare alla giustizia i due soggetti, evitando ulteriori conseguenze negative. Dopo le formalità di rito il P.M. di turno, Dr. Vincenzo Quaranta della Procura della Repubblica di Castrovillari, disponeva la traduzione degli arrestati presso il carcere di Rossano a disposizione della competente A.G.. Nel corso della nottata di oggi 28 febbraio 2014 i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto due cittadini polacchi T.R.A. 26/enne pregiudicato e M.D. 25/enne incensurato, ritenuti responsabili di concorso in tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso degli ultimi giorni il Comando Compagnia Carabineri di Rossano ha intensificato i controlli e i servizi di pattuglia per la prevenzione e la repressione dei reati in genere; in tutta la giurisdizione del comando le attività preventiva e repressiva hanno permesso di assicurare alla giustizia, oltre alle persone sopra riportate, altri cinque soggetti per reati vari. A Calopezzati, due arresti per estorsione in concorso. Nel corso della serata del 21 febbraio 2014, invece, i Carabinieri delle Stazioni di Mirto e Calopezzati hanno tratto in arresto, una coppia di pregiudicati albanesi P.G. 34/enne e la compagna P.V. 29/enne, poiché ritenuti responsabile del reato di estorsione in concorso. A seguito di un predisposto servizio i due arrestati venivano sorpresi ed arrestati in Calopezzati subito dopo avere ricevuto una somma di danaro da un giovane del luogo, come compenso per il trasporto della vittima sul luogo del lavoro, onere già sostenuto dall’azienda agricola. Il P.M. di turno, Dr. Simona Rizzo della Procura della Repubblica di Castrovillari dopo le formalità di rito, disponeva la traduzione degli arrestati rispettivamente presso il carcere di Rossano e presso il carcere femminile di Castrovillari a disposizione della competente A.G.. A Rossano, due arresti per concorso in furto aggravato di rame. Nel pomeriggio del 20 febbraio 2014, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile hanno tratto in arresto i pregiudicati rossanesi A.G. 23/enne e D.M.L. 21/enne entrambi ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso di cavi di rame. Gli arrestati si davano alla fuga dopo essere stati sorpresi in questa località Crocicchio mentre tagliavano ed arrotolavano un chilometro circa di cavi di rame asportati dalla line elettrica dell’Enel ma, le immediate ricerche permettevano in breve tempo di localizzare ed arrestare i due giovani. Il P.M. di turno, Simona Rizzo della Procura della Repubblica di Castrovillari, dopo la restituzione della refurtiva all’avente diritto, l’Enel di Rossano, e dopo le formalità di rito disponeva l’immediata liberazione ai sensi dell’art. 121 delle norme di attuazione del c.p.p..

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta