DIFFERENZIATA,SANZIONI PER CHI SBAGLIA

Raccolta differenziata, migliorare l’esperienza virtuosa avviata nel 2010 con una importante ed efficace campagna di sensibilizzazione, l’eliminazione dei cassonetti stradali e l’assunzione della raccolta spinta e proseguita nel 2013 con il servizio “porta a porta”. È, questo, l’obiettivo principale della nuova regolamentazione per la disciplina e la gestione della raccolta differenziata. Introdotte le sanzioni. Da 50 a 2 mila euro di multa per il conferimento improprio dei rifiuti. Tolleranza zero per chi sbaglia. Il Regolamento, ne da notizia il Sindaco Angelo DONNICI, è stato approvato, mercoledì 11 novembre, dal Consiglio Comunale. Incentivare la raccolta dell’organico per dar luogo alla formazione di fertilizzanti e/o composti agricoli. Implementare la raccolta degli ingombranti (già prevista dal 2010). Migliorare la raccolta dei rifiuti urbani pericolosi o particolari. Contenere i costi della gestione integrata dei rifiuti urbani in equilibrio con i benefici derivanti dalla raccolta. Diminuire il flusso dei rifiuti indifferenziati da smaltire come tal quale. Recuperare vetro, carta, materiali metallici e plastica. Sono, questi, alcuni degli obiettivi contenuti del documento, ulteriore tassello che consolida l’impegno dell’Esecutivo DONNICI nella direzione della differenziata e, più in generale, della tutela ambientale. Nello stesso si confermano le modalità della raccolta domiciliare porta a porta, che avviene attraverso la consegna di mastelli di diverso colore a tutti gli utenti del territorio comunale di Mandatoriccio Centro, delle località Arso, Aprocello e Borgo della frazione Marina. Il mastello marrone per l’organico (ritirato lunedì, giovedì e sabato), quello giallo per il multimateriale (ritirato il martedì), quello bianco per la carta (ritirato venerdì) e quello grigio per il secco residuo (ritirato mercoledì). L’indifferenziata è raccolta in appositi cassonetti stradali collocati nella località Le Ginestre e Costaverde nella frazione Marina. Per gli ingombranti (mobili, elettrodomestici, ecc.) si conferisce presso l’isola ecologica in località Praca. Per gli abiti usati e il vetro sono ubicati sulla strada appositi contenitori. Per le pile sono stati istituiti punti di raccolta negozi e rivenditori di elettrodomestici. Per i farmaci scaduti la raccolta si effettuata presso le farmacie. Per il conferimento improprio sono previste sanzioni dalle 50 alle 2 mila euro. Sui mastelli sarà indicato il codice identificativo dell’utente per poter sanzionare le eventuali violazioni del regolamento. Gli accertamenti e le sanzioni saranno attribuite alla Polizia Municipale. Gli utenti avranno la possibilità di segnalare eventuali disfunzioni o inadempienze nei servizi erogati rivolgendosi direttamente all’Amministrazione Comunale tramite i sistemi informativi. – (Fonte/Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta