CULTURA, LA REGIONE CALABRIA PROGRAMMA LE INIZIATIVE PER IL 2013

CATANZARO (9.12.2012) – Per domani lunedì 10 dicembre 2012 alle ore 10 a Lamezia Terme presso la “Fondazione Terina” l’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri ha convocato i beneficiari dei contributi per concordare le iniziative ed ottimizzare gli investimenti, anche per definire un cartellone unico regionale dei principali eventi culturali della Calabria. Sono stati invitati i destinatari dei finanziamenti dei bandi europei (arte contemporanea, grandi eventi, teatri, musei, residenze teatrali, Magna Grecia Teatro Festival, corsi di specializzazione artistici e musicali) e quelli del fondo unico del bilancio ordinario. Oltre a questi, sono stati invitati anche i Sindaco di Nocera Terinese, per i “Vattienti”, e di Palmi, per la “Varia”, oltre ai tre conservatori musicali e alle due accademie delle belle arti. Inoltre, ci sono le due iniziative per il 2013 a regia regionale che sono il Salone del Libro di Torino, dove la Calabria sara’ la “regione ospite d’onore”, e il quattrocentesimo anniversario della nascita del pittore Mattia Preti, che si sta organizzando insieme al Comune di Taverna. Nelle intenzioni dell’Assessore, oltre al calendario, si intende anche promuovere una comunicazione unica degli eventi, verificare le ricadute economiche delle iniziative e, sopratutto, valutare le premesse per l’autosostenibilita’ delle attivita’ una volte esaurito il finanziamento pubblico, che, nella quasi totalità dei casi, dovrebbe avere la funzione di avvio e di stimolo. Nei giorni scorsi agli invitati e’ stata trasmessa una scheda dove indicare le iniziative per il 2013 per poter rendere l’incontro promosso dall’Assessore pienamente operativo. Il programma della giornata ha avuto l’assistenza del progetto nazionale “Sensi Contemporanei”, realizzato dai Ministeri dello Sviluppo Economico e dei Beni Culturali, il cui Presidente, Alberto Versace, parteciperà all’incontro con alcuni suoi collaboratori. “Questa riunione, che puo’ essere considerata una delle premesse degli Stati Generali della Cultura in Calabria – ha spiegato Caligiuri – parte da due considerazioni. La prima e’ quella di considerare la cultura un motore di sviluppo economico e la seconda quella di rendere produttivi e misurabili gli investimenti realizzati nel settore”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta