CULTURA CONTADINA + MARINARA = IDENTITÀ

CULTURA CONTADINA + MARINARA = IDENTITÀ LEGA PESCA PARTNER MOSTRA SGUARDI SULLO JONIO DA SABATO 24 EPOSIZIONE DI ASSUNTA SCORPINITI Cariati (CS), Martedì 20 Aprile 2010 – “SGUARDI SULLO JONIO. FAMIGLIE E BARCHE DELLA COMUNITÀ MARINARA DI CARIATI”. È, questo, il titolo della mostra fotografica, a cura della scrittrice e ricercatrice Assunta SCORPINITI, che sarà inaugurata SABATO 24 APRILE 2010, alle Ore 10, presso il Salone Polivalente dell’area portuale di Cariati. L’evento è sponsorizzato da LEGA PESCA regionale. MARTILLOTTI: Cariati centro dell’itti-turismo in Calabria. «Promuovere la mostra di Assunta SCORPINITI sulla valorizzazione dell’identità marinara, del borgo marinaro, per rendere Cariati il centro dell’ittiturismo in Calabria, con lo sviluppo della gastronomia legata al mare e il lancio della pesca turismo». È, questo, l’obiettivo dichiarato dal responsabile regionale di Lega Pesca Salvatore MARTILLOTTI, soddisfatto per l’esito del seminario formativo sul “Pacchetto Igiene”, tenutosi nei giorni scorsi presso la sede della Società Cooperativa Pescatori di Cariati. È proprio qui che sarà allestita la mostra fotografica permanete-itinerante visitabile da Lunedì a Venerdì dalle Ore 15,30 alle Ore 17,30. «La mostra – dichiara Assunta SCORPINITI – inserita nel progetto culturale “Sguardi sullo Jonio”, è frutto dei miei studi antropologici sulla Calabria e di una ricerca appassionata nel mondo della fotografia etnografica, che già ha avuto esiti felicissimi in una mostra sull’emigrazione (Storie ed immagini della Calabria altrove. Tre generazioni di emigrati nel cuore dell’Europa, 2007), presentata con successo anche in varie località della Germania e a Bruxelles, e in esposizioni d’immagini in rassegne dedicate alla donna di Calabria. Questa in particolare – aggiunge la ricercatrice calabrese – che ho realizzato con il prezioso sostegno di Lega Pesca, scaturisce dagli studi aventi per oggetto l’identità marinara, svolti anche nel confronto con studiosi di analoghe realtà italiane. E’ ispirata alla prospettiva di studio nota come antropologia visiva: le immagini sono intese ed utilizzate come canale utile a decifrare e interpretare i segni e i caratteri di una cultura che, insieme a quella contadina, costituisce il fondamento della nostra società. Nel caso specifico, le immagini diventano anche “luogo” privilegiato dell’incontro e del dialogo con gli uomini, le donne, i figli della comunità del mare di Cariati, nel tentativo, chiaramente riuscito, di dare voce alle loro parole e corpo ai loro sguardi».

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta