CONSIGLIERE CICCOPIEDI: MINORANZA COMPATTA. MAGGIORANZA ALLO SBANDO.

Nella seduta del consiglio comunale che si è tenuta oggi nell’aula consiliare del comune di Cariati il primo punto all’ordine del giorno riguardava l’elezione del NUOVO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO in seguito alle dimissioni del presidente uscente Cataldo Mino’. Anche stavolta la maggioranza che ci governa non ha mancato di stupirci, e, contrariamente a quanto si poteva supporre sul nominativo più papabile per la carica di nuovo presidente del consiglio, ha votato compatta per la rielezione di Cataldo Mino’, che ha ottenuto sei dei sette voti a disposizione della maggioranza consiliare, un solo voto ha ottenuto il consigliere Leonardo Trento, mentre cinque voti, dei cinque disponibili della minoranza, sono stati dati con compattezza al consigliere Francesco Cosentino. Cosa dire: minoranza compatta e coesa e maggioranza allo sbando e confusa che elegge un presidente dimissionario contro la sua stessa volontà. Infatti il NUOVO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CATALDO MINO’ ha presieduto il consiglio comunale odierno, ma appena rientrato in carica ha annunciato le sue NUOVE DIMISSIONI, nonché il suo definitivo allontanamento dalla politica. Chissà se prima della prossima tornata elettorale riusciremo ad avere un nuovo presidente del consiglio o se dovremo ancora assistere a queste penose ed inutili scenette di politica alquanto scadente!! Si è poi proceduto ad esaminare e votare il bilancio di previsione 2015 che, ricordiamo andava approvato entro il 30 luglio scorso (ma la puntualità non è la caratteristica principale dei nostri amministratori!!) e su cui hanno dato parere negativo sia il dirigente dell’ufficio che il revisore dei conti, ma non conta!! I consiglieri di minoranza Salvati e Cosentino hanno fatto notare le innumerevoli inesattezze e mancanze dello stesso conto preventivo e a dire il vero anche lo stesso Sindaco nel suo intervento ha, in più di un’occasione, ammesso il sussistere di alcune “SVISTE”…. Tutto ciò causerà ancora tantissimi danni e disagi alla nostra comunità, le conseguenze di tanti debiti si ripercuoteranno inevitabilmente sui cittadini e buchi di denaro saranno difficilmente sanabili da chi dovrà governare in futuro il nostro Comune. Nonostante tutto e con la solita nonchalance, dopo le varie dichiarazioni di voto il bilancio di previsione 2015 è stato approvato con i voti favorevoli di tutta la maggioranza e i voti contrari della minoranza. Maria Elena Ciccopiedi.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta