CIMITERO DI CARIATI. Rubati oggetti dalle tombe dei defunti.

Quanto sta succedendo negli ultimi tempi, nella nostra comunità, è veramente sconcertante.

L’ultimo fatto accaduto la settimana scorsa, nel cimitero di Cariati, ha veramente dell’incredibile. I familiari di un defunto, il cui nome non riportiamo per volontà dei figli, hanno deposto tempo addietro, vicino la tomba del loro caro genitore, una piantina d’ulivo a ricordo di quanto il loro caro estinto amasse questa pianta.

Domenica scorsa i familiari, che come sempre si preoccupano di tenere in ordine e pulito la lapide del proprio caro, nel recarsi al cimitero, nella meraviglia più assoluta, hanno notato che l’alberello, completo di vaso e sottovaso, era scomparso.

La prima cosa che i familiari hanno pensato di fare è stata quella di rintracciare il custode del cimitero, e quindi chiedere informazioni, ma hanno dovuto constatare che il cimitero, quel giorno e forse anche altri, era completamente incustodito e quindi, lavoro facile per i balordi che hanno compiuto il meschino gesto, potendo operare indisturbati.

In seguito a questo accaduto, si è venuto a sapere che di questi “fattacci”, nel cimitero di Cariati, ne succedono tanti e di frequente.

Non’è nostra intenzione polemizzare, su questi fatti a dir poco vergognosi, ma riteniamo, almeno, di dover fare, con gli unici strumenti che abbiamo a disposizione, una segnalazione agli uffici ed organi preposti alla cura e sorveglianza di tali luoghi, affinché venga garantito, all’interno degli spazi cimiteriali, un minimo stato di decoro e sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta