CARIATI, VIA DON STURZO INACCESSIBILE DA DUE MESI

Mentre, lentamente, gli immondi cumuli di spazzatura che ornano la città si assottigliano, permane, gravissimo, lo stato incivile della viabilità interna: strade colabrodo pericolosissime da percorrere anche a piedi. Le buche sono dappertutto e costringono automoblisti, ciclisti e pedoni ad una vera e propria gimkana, quasi si trattasse di un trofeo degno dal “Camel Trophy”. Non c’è strada che non presenti le sue ghiotte criticità, ma il culmine si tocca in via Don Sturzo, laterale a senso unico della più trafficata via Mingiani. Da due mesi esatti, quella carrozzabile, proprio al centro della Marina, è difficilmente percorribile giacché la polizia municipale ha delimitato, giustamente, una profondissima voragine che ancora, nonostante le rassicurazioni, non è stata riparata. “Ci vorrebbe poco – dice un signore che lì vive da anni – ma nessuno è ancora intervenuto”. Il fatto che quella traversa, giusto perché a senso unico è obbligatoria per la circolazione, crea non pochi disagi a tutta la popolazione. Dinanzi alla “buca dimenticata” insiste una “Sala” dei Testimoni di Geova assai frequentata ogni dì: nemmeno per il culto c’è rispetto. “Ora – ci dice un residente – sarebbe bene che il Comune abolisse il senso unico, visto che chi immette in questa strada ad un certo punto deve adoperarsi per evitare l’inconveniente. Di notte, considerato che il pericolo non è visibile, anche perché spesso non c’è illuminazione pubblica, sono molti a “cadere” in quel vero e proprio tranello che si potrebbe risolvere con pochissima spesa ed in un tempo minimo. Noi cittadini abbiamo dato la disponibilità, soprattutto economica e di impegno, a risolvere la questione. Ma nessuno ci ascolta”. Cosa dire oltre?

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta