L’ASD Cariati mira ai play off, dopo aver incamerato i tre punti per la rinunzia del Santacrocer.

Mancano ormai tre partite al termine del campionato, l’ASD Cariati del presidente Sabatino Tosto, dopo aver incamerato i tre punti per la rinunzia del Santacrocer, si appresta ad affrontare gli ultimi tre ostacoli che lo separano dal diritto a disputare i play off. Due le gare in casa, domenica 21 aprile il Petronà e il 5 maggio contro il Torre Melissa. I due incontri saranno intervallati dall’impegno esterno contro il Pro Mesoraca, che si disputerà il 28 aprile. Tre partite che i ragazzi di mister Vincenzo Filareti dovranno vincere se vorranno acquisire il diritto a disputare gli spareggi dei play off. “ Tutti i tre rimanenti incontri, afferma il ds Alfonso Pignataro, per i nostri ragazzi saranno gare importantissime, come per i nostri avversari che hanno bisogno di punti per evitare i play out. Mi prefiguro, prosegue Alfonso Pignataro, tre partite avvincenti e giocate con la massima determinazione dai nostri avversari. Noi puntiamo a farle nostre, pur sapendo bene che i nostri tre avversari saranno più che determinati a non soccombere, avendo di mira la loro permanenza nel campionato di prima categoria. Negli ultimi tre incontri, conclude il ds Pignataro, mi auguro un ASD Cariati determinato e agonisticamente vivo nell’affrontare queste tre partite-spareggio.”Sul finale del campionato registriamo una dichiarazione del tecnico del Cariati. “ Il nostro obiettivo, precisa mister Vincenzo Filareti, è conquistare più punti possibili e tirare i conti al termine del campionato. Sono certo che i ragazzi ce la metteranno tutta sia per conseguire il diritto ai play off, ma soprattutto per regalare ai nostri tifosi la migliore posizione in classifica generale. Posso affermare che il nostro campionato è stato positivo, tenteremo nelle ultime tre gare di renderlo ancora più gradito, ma anche se non dovessero riuscirci rimarrà comunque una stagione da incorniciare sia perché è sempre scesa in campo con elementi locali, ma soprattutto per la valorizzazione di alcuni giovani, quali Cataldo Minutolo, Armando Fazio, Leonardo Franco, Antonio Cotrone, Damiano Frontera, Angelo Caniglia e Daniele Torchia. Non va sottaciuto, conclude Vincenzo Filareti, che per i giovanissimi Leonardo Franco ed Angelo Caniglia pervengono richieste di squadre di Serie A”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta