Cariati: un Paese allo sbando! Sindaco Greco: risponda ai turisti!

La gente è fortemente esasperata ed ha ragione da vendere

Purtroppo ho iniziato a denunciare il problema del non corretto ritiro dei rifiuti urbani dallo scorso mese di marzo. Già all’epoca si percepiva che qualcosa non andava per il verso giusto e secondo il preciso capitolato di appalto dello specifico servizio.

Certo la situazione non era così preoccupante come al contrario testimoniano le immagini in questo preciso momento sul perimetro urbano. Infatti, a marzo il Paese non contava il massimo delle presenze turistiche in loco, come nel periodo ferragostano. 

Nonostante la rescissione del contratto, ad inizio agosto, con l’ex azienda titolare del servizio di rimozione rifiuti e la contrattualizzazione di una nuova impresa del settore non si sono registrati i risultati sperati. 

Continuo a ripeterlo, e l’ho segnalato con una reiterata nota sia al Prefetto di Cosenza che al Commissario dell’Azienda sanitaria locale, ci sono le condizioni perché si chieda l’intervento dell’esercito italiano per ristabilire le condizioni minime di sicurezza sul piano igienico sanitario. 

Invece, gli amministratori pubblici continuano ad arrampicarsi sugli specchi con giustificazioni che non sono più credibili e che variano a seconda della giornata e degli interlocutori che hanno dinanzi. La gente è fortemente esasperata ed ha ragioni da vendere. Ormai le proteste sul perimetro cittadino si susseguono di ora in ora e di strada in strada. 

Che si fa? Si continua così? Ferragosto è ormai alle porte e non si può lasciare l’intera comunità senza risposte e interventi concreti. 

Nicola Campoli 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta