Cariati: TUTELIAMO IL NOSTRO BORGO CON LA CONCRETEZZA- 5 maggio Tutti al borgo antico!

Il Movimento Le Lampare vista la sua attitudine verso la questione ambientale, non può esimersi, così come aveva fatto per la Giornata Ecologica promossa sul lungomare di Cariati dall’Amministrazione Comunale, dal partecipare e quindi dall’aderire alla Prima Giornata Ecologica nel Borgo Antico (Centro Storico Cariati) che si terrà sabato 5 Maggio alle ore 7, 30. Questa volta sono i cittadini e non gli amministratori a rilanciare un’iniziativa che, oltre a essere utile, rappresenta un modo per condividere gli spazi e soppiantare la mancanza d’azione delle istituzioni, in questo caso dell’amm.ne comunale. L’appuntamento è a Piazza Plebiscito, per una giornata in cui non sono ammesse strumentalizzazioni, per una giornata all’insegna del decoro urbano e del rispetto per l’ambiente. E’ la prima volta che viene indetta nel nostro Borgo Antico una Giornata Ecologica; lo spirito con cui aderiamo a questo progetto è sicuramente quello di cooperazione e di collaborazione per rendere sempre più vivibile e pulito il nostro “punto forte”, fiore all’occhiello di tutta la fascia ionica e meta di numerosi visitatori e turisti, anche stranieri. L’idea è quella di tutelare sempre più il nostro patrimonio artistico-culturale. Un appello lo vogliamo lanciare alla cittadinanza, ai nostri Amministratori, alle tante Associazioni presenti in loco e a tutti coloro che hanno a cuore il territorio nel quale vivono: sicuramente il Centro Storico di Cariati, con una valenza storica e culturale di secoli e secoli ha bisogno sovente di queste iniziative; ecco perché non riusciamo a capire come mai l’Amministrazione Comunale non abbia mai inteso procedere in questa direzione. Si parla tanto di Cariati Paese Albergo, ma dobbiamo prima pensare a un centro storico che sia capace di far vivere una vita dignitosa a chi lo abita tutto l’anno. La situazione politica a Cariati sembra precaria anche per quanto riguarda le politiche legate alla tutela dell’ambiente. Abbiamo avuto diverse segnalazioni di cittadini che lamentano una condizione delle spiagge indecente. Ai cittadini ribadiamo il messaggio che ossessivamente tentiamo di far passare: è necessario che ognuno di noi si carichi addosso il peso di questa situazione mettendo in moto un circuito virtuoso. Aspettare una politica impantanata perennemente sarebbe deleterio, e bisogna rendersene conto. Quindi invitiamo, chi ha la possibilità, a “dare una mano” con buste e rastrelli e tentare tutti insieme di dare un aspetto migliore alla nostra spiaggia, a ciò che ci circonda. Ai nostri amministratori, invece, vogliamo lanciare un altro messaggio: è necessaria maggiore concretezza per quanto riguarda la “rivoluzione ambientale” che si disse di voler attuare in campagna elettorale! Sinceramente, senza entrare troppo nel particolare, ci sentiamo delusi da quelle che, almeno a parole, erano le aspettative. Con l’avvicinarsi della stagione estiva ci saremmo aspettati maggiore attenzione nei confronti del rischio che si possa ricadere nel dramma dell’anno scorso, invece, nonostante si fa un uso massiccio della comunicazione, non abbiamo assistito a una presa di posizione forte di fronte alle politiche regionali e facciamo riferimento al Commissariamento all’emergenza rifiuti che è stato prorogato. Un’altra estate all’insegna della “munnizza” significherebbe per Cariati un suicidio economico innanzitutto, per non parlare del rischio sanitario che abbiamo percorso e che si rischia di dover riaffrontare. Ecco, Noi come Movimento vediamo queste iniziative, come quella del 5 maggio, come un tassello, un tipo di azione partecipata imprescindibile per il presente e il futuro del nostro borgo e del nostro paese tutto. Auspichiamo che queste giornate ecologiche siano ricche di contenuti e che si possano svolgere più spesso, perché “SI VIVE MEGLIO IN UN AMBIENTE PIU’ SANO” .

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta