CARIATI RIPARTE PRECISA: Lo “SCAMBIO MERCI” non ci appartiene.

cariati20riparte20russo20agazio20santoro2022-10-2015Allo scopo di restare in sintonia con la cittadinanza ed in ordine alle dinamiche che sollecitano varie anime politiche e sociali presenti nel nostro paese, noi di CARIATI RIPARTE sentiamo il dovere di chiarire alcuni aspetti che riteniamo essere pregiudizievoli alla verità.
Ad onor del vero, e sollecitati anche dall’invito rivoltoci dal circolo cittadino del PD, essendo noi di CARIATI RIPARTE componente convinta, leale e coerente DE L’ALTERNATIVA, affermiamo che l’Avv. Filomena Greco non si e’ autoproclamata Sindaco ma è stata unanimemente scelta quale candidato a Sindaco, anche perchè, come noto, in democrazia la proclamazione avviene solitamente a seguito dell’avvenuta elezione.
L’autorevole personalità dell’Avv. Greco e della sua storia imprenditoriale, di donna virtuosa e capace, ha convinto anche noi di CARIATI RIPARTE, a rinunciare all’altrettanta autorevole e prestigiosa candidatura, insita nella persona, del Cavaliere al merito della Repubblica, Cataldo Santoro.
Sarà sfuggito al PD la notoria circostanza, evidenziata dai vari siti web e testate giornalistiche locali, che nel corso della partecipatissima assemblea tenutasi il 23.01.2016, l’Avv. Filomena Greco è STATA PROCLAMATA CANDIDATO A SINDACO DELL’ALTERNATIVA, quale sintesi unitaria di tutte le anime della coalizione, ivi compreso CARIATI RIPARTE.
Non possiamo sottrarci dall’invitare il PD cariatese, ad attivarsi con le tante e prestigiose conoscenze politiche (Provinciali, Regionali, Nazionali ed Europee) vantate, affinchè questi si adoperino, con sollecitudine, ad interessarsi al nostro territorio.
Noi siamo certi di un fatto, abbiamo deciso di concorrere per costruire una CARIATI che RIPARTE ed ALTERNATIVA alla presente.
Ci dichiariamo, altresi’, rammaricati dell’improvviso ed incomprensibile abbandono di un nostro componente. E’ triste scoprire che taluni non hanno il coraggio di assumersi le responsabilita’ politiche. Pensavamo che i galoppini fossero da tempo estinti, ma evidentemente eravamo in palese errore. Vogliamo con forza ed affetto rimandare al mittente la stima personale che qualcuno, evidentemente in debito di coscienza ed in grave difetto di coerenza con se stesso, ha avuto modo di dichiarare. Stendiamo un velo pietoso su un comunicato scialbo e farcito di falsita’, che per senso di rispetto verso la prestigiosa professione svolta, evitiamo di controbattere punto per punto. Lo “SCAMBIO MERCI” non appartiene alla cultura e alla certificata onestà di tutti i componenti di CARIATI RIPARTE.
E’ evidente che lo stupore generato dall’accettazione, da parte degli amici de L’ALTERNATIVA, delle condizioni indifferibili poste da CARIATI RIPARTE, a fondamento dell’alleanza (SEPARAZIONE TRA ORGANO POLITICO ED ORGANO ESECUTIVO – RINNOVAMENTO RADICALE DELLA CLASSE POLITICA), ha creato malessere in chi non e’ stato mai capace di incidere positivamente perchè schiavo e prigioniero della diffidenza e del pregiudizio.
A costui auguriamo il miglior percorso professionale possibile, e per quanto attiene all’attività politica, gli diciamo: “vai dove ti porta il cuore”.

IL DIRETTIVO

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta