CARIATI. PROBLEMA RIFIUTI: CITTADINO INFORMA DEI FATTI IL PRESIDENTE OCCHIUTO

Caro presidente Occhiuto,
ho trascorso il ferragosto a Cariati, come certamente saprà splendida cittadina dalla storia millenaria con un centro storico antichissimo e incantevole e con chilometri di coste frequentate ogni estate da migliaia di turisti.
Ebbene Presidente, non c’è dubbio che Lei si sia dotato di uno staff di comunicazione e marketing politico di grandissima competenza e capacità, ma le chiedo: come ha avuto il coraggio di scrivere sulla sua pagina Facebook ufficiale, nel tracciare un bilancio sull’estate 2022 “Rifiuti: strade pulite”!!!???
Caro Presidente al di là della narrazione patinata che ci propina quotidianamente sui social relativa alla gestione dei rifiuti e della depurazione, da cittadino calabrese nel vedere con i miei occhi queste scene mi sono sentito indignato!!!
In pochissimi giorni ho interloquito con tante persone: turisti milanesi, romani, napoletani e provenienti da ogni dove. Per non dire dei tanti “emigrati” cariatesi trapiantati per lavoro ormai da tanti anni in Germania tornati orgogliosamente nella propria terra con amici e conoscenti tedeschi…
Non c’è bisogno che Le riferisca la rabbia e l’incredulità di queste persone.
Questo è lo spettacolo indegno che Cariati e la nostra Calabria hanno offerto: dalle spiagge al centro abitato, cumuli di rifiuti dappertutto.
E ovviamente le fotografie, come ben saprà, non hanno ancora la capacità di fare sentire l’olezzo insopportabile di rifiuti che stanno per giorni e giorni sotto il sole cocente con tutto ciò che ne deriva sotto il profilo sanitario.
È cosciente dei danni incalcolabili di immagine che Cariati e la Calabria stanno subendo ❓️Danni che avranno ricadute pesanti nei prossimi anni con tanti turisti che certamente non torneranno più nella nostra terra e che con l’inevitabile passaparola con amici e conoscenti che faranno al loro ritorno nella propria residenza, impediranno che tanti altri possano scegliere la nostra Calabria come meta turistica.
E allora Presidente, capisco che viviamo in un’epoca social o virtuale ma le cose sono 2: o interviene subito per risolvere il problema, nonostante gli incalcolabili danni già provocati, o, quanto meno, abbia la compiacenza di togliere quella frase “Rifiuti: strade pulite” che sa tanto di beffa e presa in giro…
ROSARIO PICCIONI
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta