CARIATI. PRIORITÀ, RIAPRIRE GLI OSPEDALI CHIUSI

AUGURI SINDACO A PRESIDENTE E CONSIGLIO REGIONALE

COMUNICATO STAMPA N. 155 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) – 7.10.2021


RECORD DONNE IN CONSIGLIO È VALORE AGGIUNTO

CARIATI (Cs), giovedì 7 ottobre 2021 – La sanità ai calabresi. Come l’incipit di un libro che dalle prime pagine invoglia alla lettura, così le primissime dichiarazioni del neo Governatore della Calabria Roberto Occhiuto e la coerente richiesta urgente di un incontro al Ministro Roberto Speranza per interrompere il commissariamento, lasciano sperare che sia, questa, la volta giusta per ribaltare le sorti di una regione alla quale da più di 10 anni viene negato il diritto alla salute.

È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco formulando a nome suo personale e dell’Amministrazione Comunale gli auguri di buon lavoro al Presidente, ai rappresentanti di questo territorio e al nuovo consiglio regionale scaturito dalle elezioni del 3 e 4 ottobre.

Per quanti hanno combattuto e vinto la battaglia di civiltà che è la doppia preferenza di genere – aggiunge il Primo Cittadino – è da salutare con orgoglio e soddisfazione anche l’elezione di così tante donne a Palazzo Campanella, come non si era mai visto prima. Rappresenteranno – ne eravamo e ne siamo convinti – un valore aggiunto per tutte quelle iniziative che i calabresi si aspettano dai loro rappresentanti in consiglio regionale.

Mettere mano alla sanità territoriale e riaprire gli ospedali chiusi. È, questa – prosegue il Sindaco – la priorità delle priorità sulla quale i cittadini chiedono decisione, pugno duro e fermezza. Ci sembra una congiuntura favorevole – conclude la Greco – il fatto di avere da una parte, a capo del governo regionale un uomo delle istituzioni che in questi anni, da parlamentare, ha presentato diverse interrogazioni per la riapertura dell’ospedale di Cariati; dall’altra, un Ministro che nello stesso Parlamento si è espresso favorevolmente alla sua riapertura. Speriamo, anche alla luce dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia, che il territorio possa trarre beneficio da questa opportunità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta