CARIATI. MICHELE CALIGIURI: STIAMO ASSISTENDO AD UNA STRATEGIA DISTRUTTIVA

Siamo veramente al grottesco, allo sfascio di una comunità ormai allo stremo. Non ultimo la vicenda della riapertura dell’ ex ospedale di Cariati.

Non c’è bisogno di una mente eccelsa per capire che si sta facendo di tutto per impedire che ciò avvenga.

La cosa più sconvolgente è che c’è gente che plaude, gioisce ed esulta al limite dell’autolesionismo.

Non c’è molto da capire, è tutto spiegato in poche domande:
1. Se è stata già presentata al ministero della salute una proposta di riconversione dell’ospedale di Cariati, proposta stilata in primis dal parlamentare Francesco Sapia con la consulenza del dott. Laino, esperto in legislazione sanitaria, ed integrata e presentata in regione dal consigliere regionale Giuseppe Graziano, che tipo di relazione sarà presentata al ministro della sanità “se non quella de renderci RIDICOLI AGLI OCCHI DI CHI DOVREBBE DECIDERE LE SORTI DELL’OSPEDALE?

2. Che cosa dovrebbe contenere questa “futura “relazione dettagliata”?.
C’era tanta urgenza da andare fino a Roma per dire: – presenteremo una relazione dettagliata – ?

3. Non sarebbe stato più logico, anche per una mente “primordiale” andare con una proposta di riconversione ?
Ma LA MADRE DI TUTTE LE DOMANDE È:
4. CHE SENSO HA AVUTO ANDARE A ROMA, TRASCINANDO UN “NUGOLO SPARUTO DI SINDACI “IL GIORNO DOPO CHE SEMPLICI CITTADINI HANNO PORTATO AL MINISTERO UNA CONCRETA PROPOSTA DI RICONVERSIONE DELL’OSPEDALE? NON SAREBBE STATO PIÙ LOGICO E SENSATO CHIEDERE AI RAGAZZI DI – UNITI NELLA SPERANZA– avete preso un appuntamento col ministero della salute ? BRAVI !! Collaboriamo per il bene comune? Ciò non è stato fatto anzi! Allora quale è stato il motivo ?

La risposta è semplice : INTORBIDIRE LE ACQUE e BUTTARE FUMO NEGLI OCCHI.

Senza voler emulare la sibilla cumana, penso che in questa “dettagliata relazione “ non si potrà parlare d’altro se non di CASA DELLA SALUTE al fine di decretare la morte della sanità pubblica a Cariati !

È una palese presa in giro e per dirla alla Emilio Fede – una gran figura di …. – agli occhi della massima autorità sanitaria italiana!

È disumano quello che sta succedendo e lo è ancora di più sapendo che c’è chi condivide questa “ strategia distruttiva “
Mah! Comunque al fine di scongiurare qualsiasi equivoco o strumentalizzazione
DAL MIO ESTRATTO CONTO E DI CHI ERA CON ME AL MINISTERO , A FINE MESE,SARANNO SOTTRATTE LE SPESE SOSTENUTE PER QUESTE “ VACANZE ROMANE”

SI, certo, ancor di più se il fine era quello DEL BENE COMUNE .

P.S. Senza tirare in ballo il Covid-19 sarebbe opportuno confrontarsi in un dibattito pubblico, sull’argomento sanità, con qualsivoglia interlocutore .

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta