CARIATI UNITA: Qualcuno predica bene e razzola male!

Avendo appreso dalla stampa che il prossimo 18 marzo si sarebbe tenuto un incontro a Cosenza tra l’amministrazione comunale di Cariati e il Commissario dell’Asp Giuseppe Zuccatelli” per discutere in merito a un “possibile inserimento dell’ex Ospedale V. Cosentino nella rete di emergenza in predisposizione da parte dell’ASP, in data 16 marzo abbiamo richiesto per iscritto a mezzo PEC al sindaco ff di Cariati se fosse stata sua intenzione investire di tale problematica la commissione sanità costituita in seno al Consiglio comunale e composta da consiglieri di maggioranza e minoranza e se i componenti della stessa commissione avrebbero fatto parte della delegazione che il 18 marzo avrebbe incontrato e discusso con il commissario Zuccatelli. Alla stessa facente funzioni, abbiamo richiesto quanto sarebbe stato prospettato e richiesto al commissario dell’ASP di Cosenza e se fosse stata sua intenzione predisporre un apposito documento da depositare all’attenzione dello stesso.
Sempre nella nostra richiesta, facevamo presente della convocazione da parte del sindaco di Corigliano-Rossano del comitato di rappresentanza della conferenza dei sindaci dell’ASP, con all’ordine solo la questione degli ospedali delle aree interne e che nessun accenno si faceva alla problematica degli ospedali di area svantaggiata come Cariati con una richiesta di un’immediata forte presa di posizione nei confronti del sindaco Stasi e nei confronti della conferenza dei sindaci ASP.
Oggi pomeriggio la sindaca facente funzioni di Cariati ci ha comunicato a mezzo PEC una nota nella quale ci comunica che “per motivi di sicurezza e prevenzione visto il delicato momento di emergenza sanitaria l’incontro è rivolto solo a 2 persone“.
Niente altro rispetto alle richieste formulate con la Nostra nota del 16. Nessun cenno rispetto alla convocazione preventiva della commissione sanità istituita in seno al consiglio comunale di Cariati e della quale fanno parte oltre al sindaco i consiglieri Crescente e Ciccopiedi.
Nessun cenno a chi saranno i due rappresentanti che il domani incontreranno il commissario Zuccatelli e, soprattutto, cosa questi due rappresentanti andranno a chiedere al commissario Zuccateli. Nessun cenno, nessuna protesta nei confronti della conferenza dei Sindaci che ieri ha tranquillamente deliberato sull’argomento posto all’ordine del giorno e senza aver preso nessuna posizione in favore degli ospedali di area svantaggiata come Cariati.
Ancora una volta, qualcuno predica bene, attraverso enunciazioni di facciata contenute in comunicati seriali dei quali, evidentemente, disconosce totalmente il contenuto, e razzola male, procedendo senza tenere conto di quanto annunciato e deliberato dal consiglio comunale di Cariati e, senza tenere in alcuna considerazione, quello che il 95% dei Cariatesi e il 99% del territorio del basso ionio cosentino e dell’alto crotonese stanno chiedendo: una sola voce per ottenere da subito la riapertura dell’ospedale di Cariati.
Invitiamo la facente funzioni a riformulare la sua risposta ed a rendere partecipe di tale iniziativa la commissione consiliare sanità la quale rappresenta l’intero consiglio comunale di Cariati.
Gruppo Consiliare Cariati Unita

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta