CARIATI. L’INFO POINT M5S RILANCIA LA PROPOSTA ORGANIZZATIVA DELL’EX OSPEDALE

NOTA STAMPA INFO POINT M5S CARIATI 15/04/2020

PROPOSTA ORGANIZZATIVA DEL CAPT DI CARIATI AI FINI DELL’INSERIMENTO DELLA STRUTTURA NELLA RETE OSPEDALIERA, AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLA SALUTE DEL 02 APRILE 2015, N°70, IN REVISIONE DEL D.C.A. N°64/2016 E DEL D.C.A. N°117/2017

Innanzitutto s’intende ringraziare il Dott. Laino, per essere stato preciso e puntuale nell’intervista rilasciata al Comitato “Uniti nella Speranza”.

 Corre l’obbligo precisare che il Dott. Tullio Laino, già dirigente medico, è collaboratore, in forma gratuita, dell’On Francesco Sapia (M5S) e in comune accordo hanno inteso formulare nell’Ottobre 2019, la proposta di reinserimento nella rete ospedaliera, dell’ex Ospedale Vittorio Cosentino di Cariati (Vedasi Allegato).

La proposta, a prescindere dall’emergenza Covid, Post Covid 19, rimane NOSTRO PUNTO FERMO nella battaglia di civiltà che si sta portando avanti.

Proposta fattibile, che non sbarca il lunario, partorita con cognizione di causa, con criterio e ponderatezza, che tiene conto dei Decreti Ministeriali e che si trova da 6 mesi sul tavolo del Commissario ad acta Piano di Rientro Sanità Calabria, Gen Saverio Cotticelli e del Sub-Commissario ad acta Piano di Rientro Sanità Calabria Dott.ssa Maria Crocco.

PARTI SALIENTI DELLA PROPOSTA:

Nel contesto del D. M. N°70 del 02 Aprile 2015 trova legittimazione, in deroga alla classificazione delle strutture ospedaliere operata dallo stesso DM, l’Ospedale di Zona Disagiata, atto a soddisfare, nella sua previsione normativa, quelle esigenze assistenziali non ricomprese negli Ospedali di Base.

In adeguamento allo strumento legislativo sopra menzionato e tenendo conto delle specifiche vocazioni assistenziali, il CAPT di Cariati, ai fini del proprio reinserimento nella rete ospedaliera, deve prevedere:

  1. A) Un Reparto di 20 posti letto di Medicina Generale per acuti, con un proprio organico di medici ed infermieri;
  1. B) Una Chirurgia Elettiva ridotta che effettua interventi i Day Surgery o eventualmente in Week Surgery, con possibilità di appoggio nei letti di medicina per i casi che non possono essere dimessi in giornata e garanzia della pronta disponibilità della equipe chirurgica;
  1. C) Un Pronto Soccorso presidiato da un organico medico dedicato all’Emergenza/Urgenza, inquadrato nella specifica disciplina, ai sensi del D.M. 30.01.1998 ( Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza), integrato, da un punto di vista organizzativo, alla Struttura Complessa del DEA di riferimento;
  1. D) Una Unità Operativa Semplice di Direzione Sanitaria, funzionalmente collegata alla UOC di Direzione Sanitaria dello Spoke di Riferimento;
  1. E) Un ambulatorio di Oncologia, funzionalmente collegato con l’UOC di Oncologia Medica dello Spoke di riferimento;
  1. F) Una presenza eventuale di Elisoccorso e di Elisuperficie dedicata;
  1. G) Servizi di Supporto Ospedaliero ( Laboratorio Analisi; Radiologia; Anestesia; Farmacia Ospedaliera);
  1. H) Un modulo di Struttura Semplice Dipartimentale di Emodialisi, per N°8 posti rene;
  2. I) Aggregazione di Prestazioni Ambulatoriali ( APA);

L), una Chirurgia Ambulatoriale Complessa;

  1. M) Un modulo di riabilitazione cardiologica;
  2. N) Potenziamento delle attività di specialistica a localizzazione intraospedaliera, in una logica di appropriatezza diagnostica, volta a superare l’attivazione di ricoveri impropri e reiterati, con particolare riferimento all’ area endocrino/metabolico/nutrizionale, all’area reumatologica, all’area neurologica, all’area fisiatrica, all’area del rischio cardiovascolare, all’area geriatrica, all’area broncopneumologica. Occorre mantenere nella struttura ospedaliera di zona disagiata di Cariati il Modulo di RSA Medicalizzata, seppure giuridicamente ed organizzativamente afferente alla Rete Territoriale, nell’ottica di una concreta implementazione della continuità Ospedale- Territorio.

Vanno mantenute o ripristinate le articolazioni di supporto amministrativo, con autonoma dotazione organica, compreso il CUP/TICKET.

Si legge ancora nella Nota

Ai fini della garanzia di un ottimale espletamento delle funzioni di emergenza/ urgenza, occorre aumentare la dotazione dei mezzi di trasporto medicalizzati, da integrare funzionalmente nel SUEM 118 e con la rispondenza operativa alle direttive del DEA di Primo Livello.

La presente è da ritenersi quale proposta minima ed imprescindibile, redatta in sinergia con le istanze prodotte dai Sindaci del Bacino del Basso Ionio Cosentino “SILA GRECA” e dai Comuni dell’Alto Crotonese, dalle associazioni culturali e di volontariato, del Terzo Settore, delle associazioni imprenditoriali, dagli operatori sanitari, ai fini della garanzia concreta dei Livelli Essenziali di Assistenza, con criteri di uniformità, su tutto il bacino di utenza.

Si formula l’auspicio che la presente proposta venga recepita, nei contenuti corrispettivi, dalla Struttura Commissariale per l’Attuazione del Piano di Rientro dai Disavanzi Sanitari Regionali, in sede di approvazione del Programma Operativo Triennale 2019/2021, ai sensi dell’articolo 2, comma 88, della Legge N°191/2009, propedeutico alla revisione del DCA N°64/2016, di riordino della rete ospedaliera e dell’Emergenza- Urgenza, e del DCA N°117/2017, di approvazione dell’atto Aziendale dell’ASP di Cosenza.

INFO POINT M5S CARIATI

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta