CARIATI. IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA ALL’UNANIMITA’ L’ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE PER LE PARI OPPORTUNITA’.

CARIATI. 25 NOVEMBRE 2023

Un nastro rosso con lo slogan “Basta violenza sulle donne” puntato sulla parte sinistra del petto di tutti i consiglieri comunali. In questa cornice è stato approvato all’unanimità l’istituzione ed il regolamento di una Commissione per le pari opportunità. Un organismo che, per la prima volta, avrà vita nel Comune di Cariati.

Il Presidente del consiglio Alda Montesanto, nel ringraziare i consiglieri di minoranza per la partecipazione all’assise civica, nonostante lo scarso preavviso, spiega l’importanza simbolica dell’incontro proprio alla vigila del 25 novembre, giornata in cui si celebra la Giornata contro la violenza sulle donne.

Il consiglio comunale osserva un minuto di silenzio per Giulia Cecchettin, laureanda di soli 22 anni, ultima vittima di femminicidio, ormai diventato <<un’emergenza ed un problema strutturale e culturale a cui – scandisce il presidente del consiglio- dobbiamo porre soluzioni. Abbiamo bisogno di politiche educative e sociali per contrastare e prevenire la violenza: la parità tra bambine e bambini, ragazzi e ragazze, uomini e donne è un diritto umano ed una condizione necessaria – aggiunge Montesanto- per un mondo prospero, sostenibile e che porti alla pace. Occorrono politiche che favoriscano le pari opportunità attraverso la promozione dell’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni. Occorre informare e sensibilizzare studenti, docenti, genitori su queste tematiche. La priorità – conclude- è nella prevenzione del disagio che si concretizza nello sviluppo di una cultura delle pari opportunità e del rispetto dell’altro, dell’educazione alla cittadinanza che include la parità di genere>>.

E’ il vice sindaco con delega alle Pari opportunità Maria Crescente ad illustrare nel dettaglio l’importanza di istituire una Commissione per le Pari opportunità in un momento in cui i terribili fatti di cronaca ed i femminicidi in aumento <<ci impongono di dare segnali tangibili e concreti di cambiamento. Al fine di promuovere progetti di inclusione e parità è necessario e non più procrastinabile– scandisce il vice sindaco- istituire un organismo di partecipazione rappresentativo anche del mondo associazionistico, degli ordini professionali e delle istituzioni scolastiche>>.

Il regolamento della Commissione prevede, tra l’altro, protocolli d’ intesa con altri comuni del territorio, Provincia e Regione <<così da realizzare una rete che vada ben oltre una vuota struttura a sé stante. Metteremo in atto politiche positive necessarie per superare ogni forma di discriminazione. La struttura portante del regolamento – chiarisce ancora il vice sindaco- promuove campagne di prevenzione contro la violenza sulle donne in ogni campo, partecipando a progetti organizzati da centri antiviolenza presenti sul territorio e promuovendo corsi di formazione per l’inserimento lavorativo>>.

La delegata alle Pari opportunità chiarisce inoltre che alla commissione non spetterà alcun compenso e che il regolamento precisa che <<nel bilancio di previsione sarà destinata una quota per l’attività della Commissione individuata in apposito capitolo del bilancio comunale, pari alla somma di 5 mila euro>>.

Fonte Ufficio Stampa – Comune Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Visits: 156

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta