CARIATI. CORONAVIRUS / DIFFAMAZIONE COMUNE QUERELA LACNEWS

NESSUN BOLLETTINO PERSONALE SINDACO FACENTE FUNZIONI

COMUNICATO STAMPA N.51 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (CS) – 14.3.2020


AMMINISTRAZIONE SI DISTINGUE PER CORRETTA COMUNICAZIONE

DIRITTO DI REPLICA

Cariati (cs), sabato 14 marzo – Emergenza Coronavirus, l’Amministrazione Comunale di Cariati sta preservando scrupolosamente la corretta e doverosa via costituzionale e legale della comunicazione istituzionale, così come ripetutamente indicato anche dal Governo Nazionale per evitare l’accreditamento di fake news e disinformazione. Non solo. Per trasparenza della fonte, per periodicità e completezza delle informazioni di pubblica utilità quotidianamente tramesse ai media ed alla popolazione, come sede di ex Ospedale e oggi di Punto di Primo Intervento il comune si sta distinguendo rispetto ad un andazzo generale che in tanti casi lascia a desiderare quanto ad ufficialità, ad istituzionalità e quindi ad autorevolezza della fonte delle notizie divulgate in questo periodo a vario titolo.

È quanto ribadisce l’Amministrazione Comunale informando che è stato dato mandato ai legali dell’ente per procedere con querela per diffamazione a mezzo stampa, offesa all’immagine dell’istituzione pubblica e procurato allarme nei confronti dell’autore dell’articolo dal titolo “Coronavirus, a Cosenza sono dieci le persone ricoverate all’Annunziata”, pubblicato sul giornale online lacnews24.it nella serata di ieri, venerdì 13 marzo.

Nell’articolo in questione – precisa l’Amministrazione Comunale – non soltanto si danno informazioni sbagliate ed equivoche rispetto ai dati ufficiali diffusi ieri sera (venerdì 13 marzo) dall’ente ma, con evidente quanto immotivato intento diffamatorio e discreditante, si fa passare la comunicazione istituzionale dell’ente per bollettino personale del sindaco facente funzioni Ines Scalioti, con parole e tono tanto spregiativi ed incomprensibili quanto ingiustificati ed intollerabili che non soltanto non dovrebbero essere consentiti dalla deontologia giornalistica ma che contribuiscono ad alimentare dubbi nel lettore, alimentando inutili strumentalizzazioni e procurando oggettivo allarme rispetto alla credibilità stessa delle istituzioni locali.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta