CARDIOLOGIA, NO A TRASFERIMENTI

CARDIOLOGIA, NO A TRASFERIMENTI REPARTO GIÀ CARENTE DI PERSONALE SERO: PERMANGONO ATTEGGIAMENTI NEGATIVI ASP CARIATI (CS), Sabato 9 Aprile 2010 – No al trasferimento di unità mediche dal “V. Cosentino” all’ospedale di Trebisacce. Il presidio di Cariati non è e non può essere considerato un serbatoio di professionalità dal quale attingere per sanare le diverse carenze della rete ospedaliera ASP. È quanto ha dichiarato il Sindaco Avv. Filippo SERO apprendendo della richiesta inoltrata dall’Azienda Sanitaria Provinciale alla Direzione Sanitaria del nosocomio cariatese guidata dal Dott. Michele CALIGIURI. Il reparto di Cardiologia, già carente di personale medico ed ausiliario, non può e non deve essere, privato debilitato e penalizzato, ulteriormente, in questo senso. – Numero posti letto attribuiti all’ospedale “V. Cosentino”. Prendiamo atto della pubblicazione della Delibera Regionale N.264 del 25 Marzo 2010 che rettifica e corregge gli errori della precedente N.87/2010 e che attribuisce all’ospedale cariatese un numero maggiore a 60 di posti letto con la classificazione che ne consegue. Permane comunque uno stato di allerta per un costante e continuo atteggiamento negativo da parte dell’ASP. L’ospedale di Cariati deve superare questa fase di transizione e precarietà. Deve rientrare nella rete ospedaliera regionale. La struttura ospedaliera di Cariati – e a chiederlo è tutto un territorio- deve ritornare a giocare quel ruolo fondamentale di presidio sanitario e occupazionale che le è sempre stato riconosciuto.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta