CAPUTO: IMMAGINIAMO LA CALABRIA DI DOMANI

CAPUTO: IMMAGINIAMO LA CALABRIA DI DOMANI CON SCOPELLITI PRESIDENTE, LA POLITICA DEL FARE DISAGI IN SILA PER LA NEVE, ECCO IL CENTROSINISTRA! COSENZA, Mercoledì 13 Gennaio 2010 – Il Vice Coordinatore PDL di Cosenza, Giuseppe CAPUTO, commenta l’altissimo indice di gradimento (il terzo in Italia) registrato da “Il Sole 24 Ore” per il Sindaco di Reggio Calabria, Peppe SCOPELLITI, candidato PDL alla guida della Regione Calabria. E aggiunge: è la politica del fare, già dimostrata negli enti locali, che intentiamo portare in Regione, per farle invertire rotta alla Calabria. Un passaggio, anche sui recenti disagi in Sila: ecco, invece, come il centro sinistra, provinciale e regionale, riesce a trasformare anche la neve, da ricchezza attesa in disservizio subito! SU YOUTUBE L’INTERVENTO INTEGRALE DI GIUSEPPE CAPUTO http://www.youtube.com/watch?v=pOyWpm99gK0 «Abbiamo preso atto, sia sui giornali a tiratura nazionale che sui quotidiani calabresi, del risultato di un sondaggio del Il Sole24Ore sui Primi Cittadini più amati dai cittadini. Al primo posto, in Calabria, c’è il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe SCOPPELLITI, nostro candidato a Presidente della Regione Calabria. Ali vertici del sondaggio, per gradimento da parte degli amministrati ed al terzo posto in Italia: un bel record di cui andare fieri! È un risultato importante che ci inorgoglisce perché, avere un candidato Presidente, che riesce a distinguersi a livello nazionale è uno di quei traguardi che può, deve e ci farà fare la differenza. – Il PDL non ha scelto il suo candidato Presidente sulla base di un’analisi scostata dalla realtà. Al contrario, si è ritenuto che le forti capacità siano state dimostrate, dal Sindaco SCOPELLITI, sul campo come amministratore di una grande città come Reggio Calabria, infra-strutturata giorno dopo giorno con una serie di opere pubbliche e servizi strategici, prima inesistenti. Reggio Calabria si distingue, oggi, non più soltanto in relazione a fatti criminali, ma per un’inversione complessiva di tendenza. – E’ la politica del fare quella che il PDL vuole portare al governo della Regione Calabria, insieme ed attraverso quanti conoscono, per impegno ed esperienza, i problemi e le attese reali dei territori. Per questo, riteniamo che la candidatura di Peppe SCOPPELITI segnerà una differenza importante. – C’è bisogno per davvero, in Calabria, di una inversione di tendenza i tutti i campi. Vi è necessità di cambiare il quadro politico e di riportare, alla guida di questa terra, un amministratore che possa rappresentare al meglio cosa vogliono e si aspettano tutti i calabresi. – I calabresi non vogliono certamente la reiterazione delle inefficienze e delle incapacità amministrative. A tutti i livelli. Un esempio, ultimi, fra i tanti. Come sapere, è arrivata la neve, anche in Calabria, anche in Sila. Invece di essere contenti perché tale evento atmosferico, altrove atteso ed invocato, potrebbe –come è naturale in un paese normale – stimolare ed assecondare le esigenze del turismo montano e della neve appunto, soprattutto a Camigliatello ed in Sila, assistiamo invece ad una serie di disagi, patiti da numerosi mal capitati, non solo sulle strade, che ci fanno rendere conto di come, sia la Provincia di Cosenza che la Regione Calabria, amministrate entrambe dal Centro Sinistra, non riescano a garantire, a quelle località montane, la possibilità, normale, di accogliere turisti, quando nevica. – Questa Calabria, depauperata abbondata e frustrata nelle sue ambizioni, noi vogliamo cambiare in meglio. Insieme dobbiamo poter immaginare una Calabria diversa che veda principalmente al servizio dei calabresi persone con esperienza e conoscenza dei problemi dei territori amministrati. Con SCOPPELITI Presidente abbiamo la possibilità di immaginare la Calabria di domani, non ripiegata su stessa ma che possa segnare finalmente una rottura con un passato deteriore e avviarsi, con grande e condivisa determinazione e audacia, verso tempi e scenari migliori di quelli ai quali abbiamo assistito fino ad oggi».

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta